Ebola, l'allerta del Ministero della Salute

56 voti

10 mesi fa - Anche in Italia è scattata l’allerta Ebola. Con una circolare datata 4 aprile il Ministero della Sanità ha comunicato l’attivazione di misure di vigilanza e sorveglianza nei punti di ingresso internazionali in Italia. La nota è stata inviata all’Enac, alla Farnesina, a tutte le regioni ed alla Croce Rossa Italiana. Per la prima volta, dal 1970 ad oggi, la nota dell’allarme è stata trasmessa anche al Ministero della Difesa.Le procedure attivate dal Ministero della Salute prevedono controlli sugli ingressi nel territorio nazionale e un monitoraggio, affidato al Ministero degli Esteri, degli italiani presenti nei paesi colpiti dall’epidemia (Leggi l'Articolo)

felicia
inviata da: felicia - Categoria: Cronaca - Fonte: http://www.quotidianodiragusa.it

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Ecco il test per diagnosticare l’Ebola in 10 minuti

Lo ha sviluppato un team di scienziati del MIT e potrebbe rivelarsi utile per riconoscere in tempi brevi anche altre tipologie di febbri emorragiche.   La diffusione del virus Ebola, responsabile della più grave epidemia della storia in Africa occidentale, sembra essere in fase di rallentamento, ma l’allerta resta comunque alta. Sono stati sviluppati test [...] L'articolo Ecco il test per diagnosticare l’Ebola in 10 minuti sembra essere il primo su CuriosityZein . (marcoct1)

World of Warcraft raccoglie quasi 2 milioni contro Ebola

Grazie ai giocatori di World of Warcraft sono stati raccolti quasi 2 milioni di dollari per finanziare la lotta contro il virus Ebola. Blizzard, per raccogliere fondi per la lotta al virus Ebola, aveva dato la possibilità di adottare su World of Warcraft una capretta intergalattica, Argi, al prezzo di 10 dollari. La generosità dei Continua L'articolo World of Warcraft raccoglie quasi 2 milioni contro Ebola sembra essere il primo su GameZein. (gamezein)

Carie negli adolescenti in aumento, le linee guida del Ministero della Salute

Attenzione ai denti dei ragazzi, che possono essere protetti con semplici regole che sono state pubblicate sul sito del Ministero della Salute.   Secondo quanto riferisce il ministero della Salute, in Italia soffre di carie a 4 anni circa un bimbo su cinque (il 21,6%), mentre all'età di 12 anni il fenomeno coinvolge un ragazzo su due (43,1%).    (mammedomani)

HRC Monza: pausa in attesa di Eboli

Fine settimana di pausa per l'Hockey Roller Club Monza di A2 che avrebbe dovuto affrontare l'Amatori Modena, ritiratosi poco prima dell'inizio del campionato.Nella partita di cartello della quattordicesima giornata, il Castiglione ha vinto a Modena, sconfiggendo l'UVP con una rete per tempo e riportandosi così in testa alla classifica con 32 punti. Sale anche il Thiene a 29 punti, uno in meno dei monzesi, dopo la larga vittoria per 9-3 in casa con Eboli. Proprio i campani, in cerca di punti per risalire la Leggi tutto... (monzaoggi)

Eboli: donna abbandonata da mesi in abitazione, pesa 28 chili - Spettegolando

Dopo il caso della donna di Pavia, segregata in casa dal compagno e morta in seguito al suo peso, 15 chili, un nuovo caso ora arriva da Eboli. E’ stata scoperta, nella propria abitazione al rione Pescara, in via Einaudi, al primo piano nelle palazzine bianche dell’Iacp, una donna i 50 anni abbandonata a se stessa. La donna, denutrita e dal peso di 28 chili, è stata scoperta dai carabinieri dopo una chiamata dei vicini di casa. L’abitazione dove viveva la donna era privo di luce, gas e acqua. Dinanzi ai loro occhi i carabinieri si sono ritrovati una scena raccapricciante: la donna si trovava nel suo letto semi cosciente e disorientata. I vigili hanno allertato il figlio, chiedendogli dei chiarimenti. Il ragazzo è andato via di casa: «Non immaginavo questa situazione, vivo con mia nonna», ha raccontato alla polizia municipale. (ritamini)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...