Fausti Class Express: la sua preda è il cinghiale

68 voti

31 mesi fa - La Fausti prosegue la sua sfida nella produzione di fucili express, anche attraverso il Class Express. Questo fucile è destinato alla caccia impegnativa come quella all’alce, all’orso, al cinghiale in girata e/o guidata ed al cervo al bramito. La robustezza di quest’arma è congiunta ad una notevole eleganza estetica.Il Class Express è l’ultimo nato in casa Fausti, un express a canne sovrapposte destinato ai cacciatori esigenti i quali, restando fedeli alla tipica imbracciatura del comune fucile a canna liscia, desiderano provare il fascino della caccia con la canna rigata. (Leggi l'Articolo)

cacciapassione
inviata da: cacciapassione - Categoria: Sport - Fonte: http://www.cacciapassione.com

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Caccia al cinghiale a Pavia: Il rito e le regole della braccata.

Caccia al cinghiale. Il rito dela Braccata è la più diffusa tecnica di caccia al cinghiale, ecco come funziona. LA CACCIA A PAVIA. Quasi 700 cinghialisti divisi in 20 squadre (16 nell’ambito territorile caccia di Varzi, 4 in quello di Casteggio) da circa 30 cacciatori l’una. Circa 1.800 animali abbattuti nella scorsa stagione in circa 700 battute, due la settimana per ogni squadra dal primo ottobre al 31 dicembre. Sono i numeri della caccia al cinghiale in Oltrepo che, tradizionalmente e per regolamento, si pratica in braccata o, per usare il termine più diffuso, in battuta.Ma come funziona una battuta? E’ una tecnica di caccia “collettiva”, basata sulla collaborazione tra i cacciatori della squadra e i cosiddetti “canettieri” ovvero i conduttori dei cani che hanno il compito di spingere i cinghiali verso i cacciatori all’aspetto. La battuta è una forma di caccia collettiva al punto che, normalmente i cinghiali abbattuti si contano “per squadre” e non per singolo cacciatore. Ogni... (cacciapassione)

Segugi da Seguita per la Caccia al Cinghiale

Cani da caccia da Seguita: I migliori cani da seguita sul cinghiale - razze, tratti e caratteri per scegliere il segugio che faccia al caso proprio.Che la caccia al cinghiale riscuota una grande passione da parte di cacciatori veterani e alle prime armi, e cosa nota a tutti, la domanda che invece lascia tutti con qualche dubbio di troppo è quella relativa all’amico a quattro zampe da portar con sé durante l’avventura. Per quanto esistano eccezionali segugi che abbiano poco a vedere con pedigree e ragion di famiglia, oggi scopriamo insieme quali sono le razze che più di altre sono consigliate ed utilizzate durante la seguita sul cinghiale. Al primo posto non poteva mancare, vuoi per orgoglio nazionalistico, vuoi per le effettive capacità dell’animale, il segugio italiano. Introdotto nella penisola in un passato remoto  è stato lungamente impiegato non solo nella caccia al cinghiale ma anche alla caccia alla lepre.  (cacciapassione)

Caccia al cinghiale. Benevento, nuovo regolamento per gestione faunistica del cinghiale

Caccia al cinghiale: Con deliberazione n. 33 del 2 ottobre 2014 e seguente del 6 ottobre 2014, la Provincia di Benevento ha approvato il nuovo regolamento per la gestione faunistica del cinghiale. Nella Norma transitoria, si legge che Per la sola annata venatoria 2014/2015, in considerazione del fatto che tale regolamento, alla sua entrata in vigore abroga completamente la precedente disciplina, al fine di emanare i nuovi decreti di assegnazione delle A.V.C.C.(aree vocate caccia al cinghiale), le domande potranno essere presentate entro e non oltre il termine ultimo e di proroga straordinaria delle ore 12.00 del 10.10.2014, presso il Protocollo Generale della Provincia di Benevento – Rocca dei Rettori. I nuovi decreti saranno rilasciati dall’ufficio preposto entro e non oltre il giorno 15.10.2014. (cacciapassione)

Caccia al Camoscio: Il Kitz a sorpresa.

Caccia ai Camosci in zona Alpi: Le regole dei CA le conosciamo grosso modo tutti e il più delle volte si assomigliano. Una delle più importanti che vige in quello più spesso frequentato dal sottoscritto è di dover prendere, dopo un camoscio maschio, una femmina o un piccolo. Si tratta di una regola contro la quale molti si sono opposti: nel settore vige una strana reticenza quando si parla di classe 0, quasi che gli unici che davvero si meritino d’essere predati siano i maschi. Personalmente non condivido questa filosofia e non ricordo nemmeno di averla mai condivisa. Vi è mai capitato di incontrare un camoscio di tre o quattro anni, magari stordito da qualche femmina in estro. Quella sì che è una preda davvero facile, contro la quale non mi è mai piaciuto accanirmi: i classe 0 sono tutto un altro paio di maniche, scortati a vista dalle mamme camoscio che rendono piuttosto difficile la loro cattura. Insomma, sorvolando sulla filosofia e sulla morale personale di ciascun cacciatore,... (cacciapassione)

Caserta: scambiato per un cinghiale e sparato dall’amico cacciatore | Fanpage

L’uomo probabilmente sentendo i rumori credeva fosse un cinghiale e ha sparato. Il ferito è stato immediatamente soccorso dai compagni e poi trasportato d’urgenza all’spedale di Caserta dove si trova tuttora ricoverato. (gabbiano_55)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...