Altri articoli di possibile interesse:

Ad Avezzano Studentessa Minorenne Costretta Dai Compagni a Spogliarsi In Classe e Farsi Filmare

Costretta dai compagni a spogliarsi in classe, approfittando dell’assenza di un’insegnante. Tutto ciò mentre smartphone e cellulari filmano e fotografano l’accaduto. È quanto denunciato da una studentessa minorenne, a suo dire costretta a subire le angherie. Spogliarello in classe, l’insegnante: "Solo uno scherzo tra studentesse" L’episodio è avvenuto in una classe del terzo anno di un istituto tecnico della Marsica. Tutto sarebbe cominciato come uno scherzo. I ragazzi hanno accerchiato la compagna sapendo che in classe non sarebbe arrivata la professoressa. (lukalove)

COSTRETTA A SPOGLIARSI IN AULA MENTRE I COMPAGNI LA FILMANO

AVEZZANO - Costretta a fare uno spogliarello in classe mentre i suoi compagni la filmano con i cellulari, il tutto nel momento di assenza dell'insegnante. Come riporta Il Centro, l’episodio è avvenuto in una classe del terzo anno di un istituto tecnico della Marsica. Tutto sarebbe cominciato come uno scherzo,per poi degenerare quando i ragazzi, dopo aver accerchiato la compagna, hanno iniziato a toglierle la maglietta. Alla scena sembra fossero presenti anche delle studentesse che, pur non essendo intervenute per interrompere quello che stava accadendo, pare non abbiano partecipato. A far finire lo spogliarello è stata una bidella che, dopo aver sentito le grida,... (abruzzoweb)

Cosenza, studentessa di 17 anni muore in classe per arresto cardiaco al Liceo “Fermi”

COSENZA – Si accascia a terra, dice che si sente male. Stava parlando con la professoressa quando ciò è accaduto. Se ne è andata così la ragazza di Luzzi (Cs), tra lo sgomento dei compagni che ancora non si danno pace. Secondo quanto riporta il sito Notia, erano le 13.30 circa, quindi un giorno di [&hellip (lameziaclick)

Il meglio di Sheldon Cooper, da guardare questo video :)

Cliccare il tasto rosso watch it per guardare questo bel video (jaden83)

La verginità? Un fardello di cui sbarazzarsi in fretta!

di Grazia Nonis. E’ desolante pensare che una ragazzina perda la sua verginità ed esulti dicendo che l’hanno stappata o sturata, neanche fosse una bottiglia di Prosecco o un lavandino ingorgato. Si resta di sasso nel leggere l’articolo, apparso sul “Fatto Quotidiano” qualche tempo fa, che riporta lo sfogo di una ragazzina che non accetta, grazie a Dio, di mescolarsi a queste donne-bambine smaniose di sesso. La sua testimonianza racconta impietosa l’approccio, cinico e freddo, delle sue compagne di classe alla loro “prima volta”. Poco più che bambine iniziano a praticare sesso orale o a masturbare il ragazzo di turno, e senza inibizioni o vergogna fanno a gara a chi arriva prima al rapporto completo: indice di “maturità” e di vittoria nei confronti delle compagne di classe “sfigate” perché ancora illibate e bacchettone. Queste giovani disinibite hanno bisogno di sentirsi grandi, e quindi liberarsi del fardello della verginità per darsi un tono ed entrare a pieno titolo nel gruppo... (freeskipper)

Attendere...
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...