Succhi di Frutta Naturali in Capsule. Arriva Folatelli®

60 voti

33 mesi fa - L'Italia, amante del caffè di qualità, ha inventato per le famiglie il caffè in capsule che ormai per la sua bontà e facilità d'uso, è di costume comune. E dire che 15 anni fà, nessuno avrebbe scommesso su questa idea. Oggi vengono vendute nel mondo MILIONI di capsule ogni giorno! Non ci meravigliamo quindi se Folatelli®, azienda italiana esordiente, ha deciso di introdurre sul mercato CAPSULE per il consumo quotidiano di Succhi Naturali di Frutta, realizzate con la sola polpa e succo della frutta, senza l'aggiunta di conservanti artificiali. I gusti sono vari : Arancia Bionda, Ananas, Mela, ACE, Arancia Rossa, ecc. Per utilizzarle basta inserirle nell'apposita "macchina" che le miscela con ACQUA PERFETTAMENTE DEPURATA, per ottenere un prodotto NATURALE al 100%. Chiaramente Folatelli® non si è fermata qui, la gamma di prodotti in capsule, si estende anche alle bibite gassate come Cola, Aranciata Chinotto e una vasta gamma di Long Drinks. Semplice, economico ed utile. (Leggi l'Articolo)

informazioneweb
inviata da: informazioneweb - Categoria: Salute - Fonte: http://www.folatelli.it

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Meno succhi e più frutta, per evitare la pressione alta

Non lasciatevi conquistare dalle alte percentuali riportate sulla confezione: anche il succo di frutta più naturale non può sostituire un frutto in carne ed ossa.  Soprattutto se si pensa di consumarlo sistematicamente al posto della due porzioni di frutta che si dovrebbero prevedere nella dieta quotidiana. Lo sostengono gli esperti del settore e lo conferma uno studio condotto dai ricercatori della Swinburne University of Technology pubblicato dalla rivista Appetite. Secondo lo studio australiano, un esagerato consumo di succhi di frutta può portare ad un aumento della pressione arteriosa e quindi delle malattie cardiovascolari come infarti del miocardio e ictus.  (ingusto)

Capsule di caffè omaggio già arrivate

Sono già in arrivo le capsule omaggio delle migliori miscele di BaristaItaliano, frutto dell’iniziativa che vi abbiamo proposto in esclusiva solamente la settimana scorsa. Catia e Lidia le hanno già ricevute ed hanno postato la foto sulla nostra bacheca Facebook. Silvia, invece, è andata oltre e si è già preparata un caffè per provarle! Ti ... (ruzzolo)

Bere troppi succhi di frutta aumenta la pressione arteriosa

Bisogna tenere sotto controllo il consumo dei succhi di frutta industriali: i loro zuccheri creano dei problemi cardio vascolari al nostro organismo.   A lanciare l’avviso sui succhi di frutta industriali è un gruppo di ricercatori della Swinburne University of Technology, dai risultati dello studio, pubblicati sulla rivista “Appetite”, si evince che le bevande dolci assunte con una certa continuità possano aumentare in maniera significativa la pressione arteriosa centrale.   (mammedomani)

Succo di frutta e verdura | Le delizie di casa

Ecco un succo di frutta e verdura buono e alquanto salutare ricco di vitamine e diuretico. Usate preferibilmente verdura e frutta biologica (che potrete lasciare con la buccia) poi, se avete la fortuna di avere l’orticello ..allora beati voi! Vedi anche: Succo al betacarotene, frullato di banana e mandorle, Frullato verde di banane, Drink di ananas, Succo depurativo agli spinaci, frullato al mango depurativo, Frullato proteico di banana e zucca, frullato ai mirtilli neri, frullato di mango e acqua di cocco, frullato depurativo alla barbabietola, frullato di lamponi e melograno, Frullato estivo depurativo (ledeliziedicasa)

Bibite a base di frutta: si passa dal 12% al 20 % di succo di frutta.

L’aranciata sarà più buona. Il Parlamento ha deciso: è stato approvato l’articolo 17 della legge comunitaria che prevede la quantità minima di succo nelle bibite a base d’arancia, che passa finalmente dal 12 al 20 per cento. Le bibite a base di succo d’arancia saranno più buone. Infatti è stata approvata dalla Camera dei Deputati una norma che prevede una concentrazione di almeno il 20% delle bibite analcoliche a base di frutta, mandando in cantina la vecchia legge del1958 che prevedeva una concentrazione massima del 12% di frutta. Questa norma varrà per tutte le bibite prodotte in Italia, non si applica ai produttori esteri. (trafiletto)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...