VIDEOPENSIERO - Intervista a Leonard Compagno, il massimo esperto di squali al mondo (2^ parte)

59 voti

32 mesi fa - ‎- "SULLE ORME DEL GRANDE SQUALO BIANCO" 2012, IX Spedizione Scientifica in SudAfrica --- Leonard Compagno è il massimo esperto di squali al mondo con circa 200 pubblicazioni scientifiche. Consulente scientifico del film "Lo squalo" di Spielberg, ha descritto almeno dieci nuove specie di squalo e i suoi pareri e indicazioni sono da sempre richiesti dai massimi livelli internazionali della FAO e della IUCN. Fondatore della "SAVE OUR SEAS FOUNDATION", è costantemente in prima linea nella salvaguardia e protezione degli squali. (Leggi l'Articolo)

infogicar
inviata da: infogicar - Categoria: Scienza... - Fonte: http://www.youtube.com

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Il drone della marina che nuota come uno squalo

La marina americana sta sperimentando un nuovo drone acquatico che si muove proprio come uno squalo! Il drone che sembra uno squalo È difficile immaginare che i servizi di intelligence possano avere a che fare con soluzioni altamente tecnologiche da usare in mare aperto. Con i satelliti e con i sottomarini in fondo si può [...] (marpixct)

Intervista a Francesco d'Errico

Intervista esclusiva a Francesco d'Errico, tra i massimi esperti mondiali di evoluzione umana: si parla di comportamenti simbolici nei Neanderthal (pikaia)

Intervista a Ian Tattersall

Intervista esclusiva a Ian Tattersall, tra i massimi esperti mondiali di evoluzione umana: si parla delle ultime controversie sull'origine del linguaggio umano (pikaia)

Mostra di Leonardo: fai un selfie ed entri con lo sconto

Leonardo 3 il mondo di Leonardo non è la classica mostra di Leonardo. Nel cuore di Milano è possibile vedere opere del genio di Da Vinci come non si sono mai viste prima, ricostruite fisicamente o in 3D. E se ti scatti un selfie all’ingresso della mostra di Leonardo, ottieni uno sconto. (banzafa)

Alla memoria dell'imprenditore galantuomo Leonardo Martini

Capitale umanodi Massimo GramelliniE poi, per fortuna, ci sono ancora storie come questa. Leonardo Martini era un artista dei cruscotti per auto. Intorno al suo talento imprenditoriale aveva costruito una piccola azienda che dava da vivere a venticinque famiglie nel Vicentino. Alla boa dei settant’anni è stato colto da un male rapido e implacabile. Non aveva figli e la sua ossessione era che la fabbrica a cui aveva dedicato l’esistenza finisse in mani asettiche o malfidate. Così, sul letto di morte, ha deciso di lasciarla ai suoi operai. I quali forse adesso si scanneranno, dando ragione alla massima secondo cui l’unica società che funziona è quella dove gli azionisti sono in numero dispari inferiore a tre. O magari no, perché l’esempio non muore necessariamente con chi lo dà. Ma qualunque sarà l’esito finale dell’eredità di Leonardo Martini, nulla potrà cancellare la speranza che il gesto di quell’uomo ha donato a questi giorni tristi e terribili, attraversati da lupi mannari che... (iserentha)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...