Cassazione: ammissibile l'intervento del figlio maggiorenne nei giudizi di separazione o divorzio.

39 voti

29 mesi fa - Sentenza della Corte di Cassazione n.4296 del 19/03/2012 - Intervento in causa e litsconsorzio - separazione dei coniugi - La sentenza del 19/03/2012 n. 4296 introduce una importante novità da un punto di vista processuale nei giudizi di separazione e divorzio, in relazione alla ammissibilità dell'intervento adesivo del figlio maggiorenne. Il caso sottoposto al vaglio del Suprema Corte è quello di un giudizio di separazione personale...

avvocatoandreani
inviata da: avvocatoandreani - Categoria: Cronaca - Fonte: http://www.avvocatoandreani.it

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Riforma della Giustizia, separazioni e divorzi senza giudici se non ci sono figli

Le separazioni ed i divorzi, in caso di accordo tra coniugi e assenza di figli, si possono fare ora anche solo tramite avvocati o ufficiali di stato civile (fiscoetasse)

Divorzio, i tribunali puntano su separazioni «soft» e procedure veloci

In attesa dell'ok definitivo al divorzio breve, dalle aule giudiziarie arrivano stimoli volti ad accelerare la tempistica delle separazioni. O comunque a rendere più soft la fase del distacco. Ecco che, per evitare successive controversie, sempre più pronunce riconoscono validità agli accordi di separazione, nell'intento di ridurre i casi in cui la crisi coniugale sfoci in una vera e propria guerra processuale. Guerra in cui, se il bottino è la casa o l'assegno, i figli diventano spesso un'incolpevole vittima dei brutali contrasti tra i genitori. È preferibile, dunque, che il coniuge giochi d'anticipo, e stipuli intese economiche volte a chiudere i conti con l'ex. Questi accordi agevolano la strada a una separazione consensuale, che resta la soluzione migliore per tutti. Non ogni patto, però, come insegnano le sentenze e come vedremo, può ritenersi legittimo. Ancora nel senso di un netto taglio dei tempi, i giudici non mancano di ricordare che la coppia può intanto separarsi, e poi,... (forodinapoli)

Tradimento: Cassazione, la prova dell'infedeltà non basta per l'addebito della separazione

Corte di Cassazione civile, sezione prima, sentenza n. 16172 del 15 Luglio 2014. Ancora una volta la corte di cassazione torna ad occuparsi del tradimento e delle sue eventuali conseguenze in merito alla pronuncia sull'addebito della separazione. Nel caso preso in esame dalla Corte, I giudici di merito avevano addebitato a una ex moglie La colpa della separazione proprio perché il suo ex marito aveva scoperto che lei lo tradiva. Nel ricorso per cassazione della donna faceva notare come giudici di merito avessero omesso di Accertare la sussistenza del nesso causale tra il tradimento e la crisi del matrimonio. Diverse volte la Corte Ha evidenziato che il tradimento non basta A poter giustificare una pronuncia di addebito della separazione. È necessario infatti verificare se tradimento sia stato la causa della crisi matrimoniale piuttosto che il suo effetto. Se il tradimento è intervenuto quando la crisi della coppia era già in atto esso non può considerarsi ragione di addebito. ... (forodinapoli)

Cassazione: ex coniugi tornano a vivere insieme? Non è indice di riconciliazione

La prima sezione civile della Corte di Cassazione con sentenza del 17/09/2014 n.19535 ha stabilito che se due ex coniugi tornano a vivere sotto lo stesso tetto, non per questo si può parlare di avvenuta riconciliazione e non si producono quindi gli effetti di cui all'articolo 154 del codice civile. Tale norma in linea generale stabilisce che "la riconciliazione tra i coniugi comporta l'abbandono della domanda di separazione personale già proposta" con effetti preclusivi di una successiva pronuncia sul divorzio. Per la Cassazione però ci vuole ben altro che una semplice coabitazione perché si possa parlare di avvenuta ricostituzione di una vera e propria unione coniugale. La Corte ricorda che si può parlare di riconciliazione solo se vi è stato un "ripristino della comunione di vita e d'intenti materiale e spirituale che costituisce il nucleo del vincolo coniugale." Già in precedenza la stessa Cassazione (sentenza n.28655/2013) chiarito che questa "La riconciliazione per fatti... (forodinapoli)

David Duchovny e Tea Leoni divorziano - Ecco tutti i dettagli "economici"

Un'altra coppia di Hollywood scoppia in quest'ultimo periodo, si tratta di David Duchovny e Tea Leoni, i due erano sposati dal 1997 e già avevano superato gravi momenti di crisi nel 2008 e nel 2011. A confermare il divorzio è stato TMZ che rivela tra l'altro molti dettagli legati all'aspetto economico dovuti alla separazione. I documenti per il divorzio sono stati presentati lo scorso giugno ed a quanto i motivi sembrano essere dovuti ad una frattura nel rapporto oramai insanabile. David e Tea avranno l'affidamento congiunto dei due figli di 12 e 15 anni, abitando entrambi nell'Upper West Side di New York i figli dovrebbero non subire un forte trambusto dovuto al viaggio da una casa all'altra. Dal punto di vista economico David dovrà pagare alla moglie 40 mila dollari al mese e 8 mila dollari per il mantenimenti dei figli, in più dovrà pagare tutte le spese extra tra cui campo estivo, scuola privata e successiva... (frenckcinema)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...