Dopo la morte di Morosini

60 voti

30 mesi fa - La possibilità di un po’ di gioia per Piermario Morosini si è brutalmente interrotta sabato scorso, sul prato dell’Adriatico di Pescara, dopo una esistenza grama, con la morte di entrambi i genitori quando era ancora un bambino, due fratelli disabili, uno dei quali suicida alcuni anni fa ed una cocciuta [...] (Leggi l'Articolo)

improntalaquila
inviata da: improntalaquila - Categoria: Cronaca - Fonte: http://www.improntalaquila.org

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Kabul - RILETTURE

Col tempo alcune cose cambiano, altre no Non si può non rattristarsi per la morte di una persona e non condividere il dolore dei suoi famigliari, ancor più per la morte di più persone. (1) Più esse ci sono vicine più è grande il dolore: soffriamo per la morte di un familiare, un po' meno per quella di un parente e via via meno per la morte di un compaesano, di un connazionale, di un europeo. La morte degli altri sembra non interessare nessuno: "è caduto un aereo, 150 morti, nessun italiano a bordo" e i 150 morti non sono che un numero. Ci sono volute le migliaia di vittime di New York (fra cui europei e italiani) per sensibilizzare per qualche tempo le nostre coscienze, forse solo per paura di essere nel mirino. Dei civili afghani morti con i sei italiani si dice di sfuggita, come di cosa abituale. Non giudico se sia o no giusto che i nostri militari siano in Afghanistan, ma non è la morte di uno o sei militari che può fare di una cosa giusta una cosa ingiusta. Chi (mp37vi)

Esclusiva EC - L.Morosini: "Voglio mettermi in mostra. Il Brescia punta alla salvezza"

Ricambio generazionale, quello che in Italia tarda ad arrivare. In molti settori, quasi tutti, i giovani faticano ad emergere. Questo accade anche nel mondo del calcio, dove nell'ultimo decennio i talenti italiani stanno trovando sempre più difficoltà a dire la loro. Le qualità non mancano ed andrebbero sfruttate al massimo. Qualc [...] Segui la notizia (enzovit)

Firenze: processano uomo, ma lui è morto 3 anni fa - Spettegolando

Un uomo è stato processato per truffa per aver venduto anni passati un cellulare on line, ma lui in aula non si è presentato perché è morto 3 anni fa, nel 2011. Il giudice che ha emesso la sentenza non sapeva che l’uomo fosse morto e l’ha scoperto solo oggi quando gli è stato presentato il certificato di morte. (ritamini)

Scandalo banca Nomura: annullato sequestro da 104 milioni

Il tribunale del riesame di Palermo, presieduto da Antonella Consiglio, ha annullato il sequestro da 104 milioni di euro che era stato emesso dal gip Piergiorgio Morosini nei confronti della banca d'affari giapponese Nomura International Plc e di 7 persone, 4 manager e tre professionisti, ritenuti responsabili di truffa alla Regione Siciliana. (blogsicilia)

Morte su Facebook di Iannozzi Giuseppe

Morte su Facebook di Iannozzi Giuseppe Morte su Facebook – Su Facebook, andando sul profilo del mio amico, ho appreso che è morto. Dovrei essere stravolto ed invece è un sollievo per me sapere che se n’è andato. Ogni giorno mi diceva … Continua a leggere → (iannozzigiuseppe)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...