Tumori, scoperta la proteina che genera le metastasi

38 voti

3 anni fa - Importante scoperta nella lotta ai tumori: scoperta la proteina che genera le metastasi. I dettagli. “S100A10″: è questa la proteina responsabile della creazione delle metastasi. La scoperta arriva dal Canada, dove i ricercatori, dopo vari studi, hanno scoperto il modo in cui questa proteina agisce. La S100A10 agisce come una vera e propria “forbice” sulle molecole, per far si che i macrofagi, cellule del sistema immunitario, si aprano una strada verso il tumore stesso: una volta raggiunto, le cellule fanno si che si crei, appunto, la metastasi stessa che, a propria volta, ... (Leggi l'Articolo)

giomba
inviata da: giomba - Categoria: Cronaca - Fonte: http://bargiomba.altervista.org

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Ecco come si muovono le cellule metastatiche

SCOPERTE – Come fossero stormi di uccelli, le cellule tumorali B del sistema immunitario si muovono in gruppi. Questo il risultato di uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori dell’IFOM (Istituto FIRC di Oncologia Molecolare) e dell’Università di Milano che è stato pubblicato sulla rivista Current Biology. Scoperto anche il meccanismo di attivazione delle metastasi, ad opera delle chemochine. La migrazione cellulare collettiva è un fenomeno biologico diffuso, grazie al quale gruppi molto coordinati di cellule si muovono in modo polarizzato. Questo è un evento tipico della morfogenesi dei tessuti durante lo sviluppo o la riparazione. Ma è anche un sistema adottato dalle cellule tumorali per diffondersi. Solo raramente, in realtà, accade che cellule tumorali che si  sono staccate del tumore e hanno iniziato a circolare nell’organismo formino degli aggregati. Circa il 3%, ma con una capacità altissima di creare metastasi. È il caso delle cellule tumorali B... (oggiscienza)

Tumori 2015: dall'Australia giunge un farmaco che annienta il cancro

Salvaguardare la propria salute è importantissimo per ognuno di noi, per prima cosa è fondamentale accertarsi che ciò che mangiamo sia salutare per il nostro organismo, seconda cosa è essenziale cercare di mantenere una vita più sana possibile. Oltre a ciò è indispensabile recarsi dal proprio medico e ogni tanto richiedere un check-up, per evitare di ritrovarsi con qualche patologia indesiderata a volte anche molto grave, come i temibili tumori. E proprio di questo parleremo oggi in quest'articolo, poiché è stata fatta una straordinaria scoperta inerente a vari generi di cancro, continuate a seguirci e vi chiariremo ogni dettaglio. (soniamirandola)

REGINA ELENA: INDIVIDUATO SU TUMORI TESTA-COLLO MARCATORE PER LE NEOPLASIE PIU' AGGRESSIVE

Il meccanismo di “ricucitura” dei filamenti di DNA spezzati blocca l’accumulo di mutazioni genetiche e la trasformazione tumorale. Un team di ricercatori dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, guidato da Giovanni Blandino, ha individuato il meccanismo molecolare attraverso il quale la proteina p53 blocca l'attività di “rammendo” del DNA danneggiato. p53 mutata forma infatti un complesso oncogenico con un fattore inibitorio che impedisce la sintesi di due proteine importanti per la riparazione del DNA. Ciò favorisce la trasformazione...(continua) (salutedomani)

Proteine vegetali

Chi segue un’alimentazione vegetariana, o sta iniziando a farlo, si preoccupa di ricevere dai cibi che consuma un buon quantitativo di proteine. E’ abbastanza diffusa la domanda: “Ma se non mangi carne, dove prendi le proteine?” (primapaginadiyvs)

Conoscere i legumi e i benefici delle proteine vegetali

Oltre che essere ricchi di proteine e acqua, i legumi contengono: > carboidrati, che hanno funzioni energetiche; > lecitina, sostanza che fa abbassare il colesterolo; > pochissimi grassi, quindi molto indicati nelle diete; > fibre: utili nelle diete perchè danno un senso di sazietà, aiutano chi soffre di stitichezza, rallentano l’assorbimento degli zuccheri e quindi indicate per i diabetici e gli obesi, contribuiscono anche a prevenire i diverticoli del colon e i tumori dell’intestino; > in quantità minore anche acido folico, vitamina B1 e H, ferro, calcio, zinco, magnesio e potassio. (lupusantonio)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...