Sudan e Sud Sudan ancora ai ferri corti

45 voti

28 mesi fa - Come molti avevano previsto, la tensione tra il Sudan e il Sud Sudan, divenuto stato indipendente nel luglio scorso, cresce di ora in ora e la situazione è oramai molto vicina alla guerra franca. Le Nazioni Unite e la comunità internazionale sono intervenuti nei giorni scorsi chiedendo ai governi il rispetto dei civili, la cessazione [...]

ecoinchiesta
inviata da: ecoinchiesta - Categoria: Cronaca - Fonte: http://feedproxy.google.com

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Sud Sudan: Forze opposizione sud sudanesi rivendicano la cattura della città di Nasir » Guerre nel M

Le forze leali all’ex vice-presidente del Sud Sudan, Riek Machar hanno rivendicato il pieno controllo di Nasir, una città strategica nello Stato dell’Alto Nilo. (guerrenelmondo)

Siria: Forze governative tentano di riprendere il giacimento di gas conquistato dai combattenti dell

Le forze leali all’ex vice-presidente del Sud Sudan, Riek Machar hanno rivendicato il pieno controllo di Nasir, una città strategica nello Stato dell’Alto Nilo. (guerrenelmondo)

Le guerre del ventunesimo secolo? Sono per l’energia | BUONGIORNO SLOVACCHIA

Iraq, Siria, Nigeria, Sud Sudan, Ucraina, Mar della Cina a oriente e meridione: dovunque si guardi, il mondo è infiammato da nuovi conflitti o guerre che si intensificano. A prima vista appaiono eventi indipendenti l’uno dall’altro, fondati su circostanze specifiche. Ma guardando meglio si comprende come abbiano in comune caratteristiche fondamentali. E’ questa la presa di posizione di Michael T. Klare. (buongiornoslovacchia)

Meriam è salva: ora è a Roma

24/07/2014 La giovane madre cristiana condannata a morte in Sudan per apostasia è atterrata giovedì mattina a Ciampino, accolta dal premier Renzi e dalla moglie Agnese e dal ministro degli Esteri Mogherini. Prima di ripartire per New York, andrà in Vaticano per incontrare Bergoglio (nell_star)

Orizzontenergia: Le guerre del ventunesimo secolo? Sono per l’energia

I conflitti globali sono alimentati sempre più dalle mire su petrolio e gas naturale e sul denaro che queste risorse muovono. E su questo è impeccabile l’analisi di Michael T. Klare, docente di studi sulla sicurezza internazionale al Hampshire College di Amherst, in Massachusetts. Ha appena pubblicato il suo ultimo libro, "The Race for What's Left: The Global Scramble for the World's Last Resources". Iraq, Siria, Nigeria, Sud Sudan, Ucraina, Mar della Cina a oriente e meridione: dovunque si guardi, il mondo è infiammato da nuovi conflitti o guerre che si intensificano. WWW.ORIZZONTENERGIA.IT (orizzontenergia)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...