Consumi: giù la spesa di carne e frutta

59 voti

30 mesi fa - Le tavole degli italiani si sono impoverite con meno carne bovina (-0,1 per cento), carne di maiale e salumi (-0,8 per cento), ortofrutta (-1 per cento) e addirittura latte fresco (-2,2 per cento) nel corso del 2011. E’ quanto afferma la Coldiretti nel [...]. Redazione ... Il presente articolo è originariamente pubblicato su http://www.informasalus.it/it/articoli/consumi-carne-frutta.php (Leggi l'Articolo)

informasalus
inviata da: informasalus - Categoria: Salute - Fonte: http://www.informasalus.it

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Meno succhi e più frutta, per evitare la pressione alta

Non lasciatevi conquistare dalle alte percentuali riportate sulla confezione: anche il succo di frutta più naturale non può sostituire un frutto in carne ed ossa.  Soprattutto se si pensa di consumarlo sistematicamente al posto della due porzioni di frutta che si dovrebbero prevedere nella dieta quotidiana. Lo sostengono gli esperti del settore e lo conferma uno studio condotto dai ricercatori della Swinburne University of Technology pubblicato dalla rivista Appetite. Secondo lo studio australiano, un esagerato consumo di succhi di frutta può portare ad un aumento della pressione arteriosa e quindi delle malattie cardiovascolari come infarti del miocardio e ictus.  (ingusto)

Report sulla carne sostenibile: sfatati i luoghi comuni

Rapporto inedito LCE sulle carni: all'Expo Gate presentata la Clessidra Ambientale. Il consumo reale di carne degli italiani è in linea con il modello nutrizionale della dieta mediterranea e garantisce il giusto equilibrio fra nutrizione, tutela ambientale e sostenibilità economica. Assica, Assocarni e UnaItalia, le principali associazioni di categoria delle tre filiere italiane della carne più importanti (bovino, suino e avicolo) hanno presentato oggi presso Expo Gate, a Milano, la Clessidra Ambientale. Sviluppata nell'ambito del rapporto "La sostenibilità delle carni in Italia", la clessidra rappresenta, con un approccio innovativo, l'equilibrio fra nutrizione umana e tutela dell'ambiente.Negli ultimi anni il consumo di carne è divenuto oggetto di molte attenzioni e di dibattito, legati soprattutto a ragioni nutrizionali e ambientali. Oggi, con la presentazione della Clessidra Ambientale e il più ampio rapporto sulla sostenibilità delle filiere della carne in... (sostenibile)

Coldiretti-Ixé: la crisi fa scendere i consumi di frutta e verdura

La crisi cambia prima di tutto le abitudini dei consumatori: secondo il bilancio dei consumi di frutta e verdura presente nell'indagine Coldiretti-Ixé presentata in occasione di Macfrut, rassegna internazionale del settore ortofrutticolo in corso a Cesena fino a venerdì, gli italiani cercano i prodotti che costano meno, riducono l'acquisto di primizie e scelgono tra i punti vendita quelli più economici.  Sono gli effetti della crisi, che ha creato disagi almeno al 47% delle famiglie in merito ai consumi alimentari: il 23% riduce le quantità, il 21% acquista prodotti che costano meno, il 16% rinuncia a tutti quei frutti e ortaggi che costano troppo perchè particolari, come ciliegie e frutti di bosco, il 13% cerca i punti vendita che fanno i prezzi migliori. (ingusto)

Come mai la salsiccia si chiama così?

La salsiccia è un insaccato di carne, famoso e consumato in tutto il mondo, che prende diversi nomi a seconda di come viene condita, ma come mai si chiama così?   Le prime tracce storiche sull’impiego del budello di maiale per infagottare la sua carne assieme alle spezie e sale risalgono a Marco Terenzio Varrone, che [...] (marcoct1)

Biologico: +4,8% operatori in Toscana, nel centro Firenze spesa bio arriva pedalando

In aumento acquisti bio, crolla invece la spesa alimentare tradizionale (-0,9%). 'Biocasette a casa tua': due aziende, la passione per il bio, la delivery bio con la bici elettrica (o a piedi!). L'iniziativa promossa attraverso i social network.+4,8% di operatori biologici in Toscana ed acquisti di prodotti biologici ancora in controtendenza con un poderoso +17,3% nei primi cinque mesi dell’anno tanto da ispirare singolari ed originali iniziative come la consegna a domicilio in bicicletta nel centro storico di Firenze. Ortaggi, frutta bio e prodotti agricoli arrivano pedalando nel rispetto dell’ambiente e di una sempre più forte sensibilità eco-urbana. In calo, e questa non è una nota positiva, la spesa alimentare tradizionale (-0,9%). Ad incidere negativamente sono tutte le voci, dalla carne (-0,7%) al pesce (-6,6) con una unica eccezione, quella del pane (+0,6%). A dirlo è Coldiretti Toscana in occasione della XV edizione della Biodomenica in... (dinobortone)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...