Altri articoli di possibile interesse:

“Fondi agevolati per il Sud”: il microcredito

Nasce a Pozzuoli lo sportello per l’accesso al microcredito e altri fondi “Fondi agevolati per il Sud” è il titolo dell’iniziativa che ha avuto luogo a Pozzuoli, in Piazza della Repubblica,  lunedì 20 ottobre, presso la sede dell’associazione Meridionalisti per il Sud. Si è parlato di come accedere ai fondi europei e al microcredito. Un […] Questo articolo “Fondi agevolati per il Sud”: il microcredito è apparso prima su Magazine Pragma. (magazinepragma)

Fondi europei: il dossier italiano è quello più scottante

Sono 15 miliardi di euro i fondi europei strutturali che non abbiamo speso e che se non spendiamo entro dicembre 2015 perdiamo. Come mai non siamo stati ancora capaci di spenderli e gli altri li abbiamo spesi bene? È la domanda che si pone Riccardo Iacona a Presa diretta, ancora una volta sul pezzo quando si tratta di mostrare i tristi primati dell’Italia, che avrebbe dovuto puntare sui fondi strutturali per creare sviluppo e occupazione. Solo l’1% è stato speso dei finanziamenti previsti per il restauro di Pompei (105 milioni di euro), per esempio. Se non riusciremo a spendere la restante parte entro la fine del 2015, non ci saranno sconti per l’italia: non arriveranno più soldi dall'Europa. E mentre in Italia ci sono quelli che non li spendono i fondi europei, quelli che li spendono male e quelli che se li rubano, in Polonia a decidere come e dove spendere i fondi strutturali europei è il Governo. Da noi la classe politica... (lantidiplomatico)

Manlio Dinucci: Il riorientamento strategico della Nato dopo la guerra fredda

Il riorientamento strategico della Nato dopo la guerra fredda* di Manlio Dinucci Questo saggio di Manlio Dinucci ha fatto da base documentale per il suo intervento al convegno 'Come uscire dal Patto Atlantico' (Roma, 11 ottobre 2014) La Nato, fondata il 4 aprile 1949, comprende durante la guerra fredda sedici paesi: Stati Uniti, Canada, Belgio, Danimarca, Francia, Repubblica federale tedesca, Gran Bretagna, Grecia, Islanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Turchia. Attraverso questa alleanza, gli Stati Uniti mantengono il loro dominio sugli alleati europei, usando l'Europa come prima linea nel confronto, anche nucleare, col Patto di Varsavia. Questo, fondato il 14 maggio 1955 (sei anni dopo la Nato), comprende Unione Sovietica, Bulgaria, Cecoslovacchia, Polonia, Repubblica democratica tedesca, Romania, Ungheria, Albania (dal 1955 al 1968).   Dalla guerra fredda al dopo guerra fredda Il 9 novembre 1989 avviene il «crollo del Muro di Berlino»: è... (tonino2308)

Aridateci Bertolaso

L’efficienza di Bertolaso uccisa dalle inchieste. L’orgoglio italiano ridotto a «un’aspirina» (Pietro De Leo – iltempo.it) – L’Italia è una Repubblica (poco) democratica fondata sul capro espiatorio. Siamo così impegnati, ad ogni calamità, incidente, scandalo, a cercare le colpe, da dimenticare i rimedi per evitarne di nuovi. Così abbiamo l’alluvione di Genova, che irrompe nel … Continua a leggere → (infosannio)

Fondi comuni: ecco i più venduti in Italia

I prodotti asset allocation si confermano al primo posto, grazie anche al ruolo delle banche: sono i più venduti allo sportello. Bene anche in fondi Azimut (advisoronline)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...