Paranoie sioniste in pieno svolgimento; Yoram Cohen dichiara: "Hamas é forte quanto Hezbollah!"

56 voti

27 mesi fa - Hezbollah, infatti, é l'unico attore non-statale ad avere decisamente e pubblicamente battuto e umiliato Israele in ben due occasioni: nel 2000, quando le forze di occupazione sioniste nel Sud del Libano furono costrette a una precipitosa e imbarazzante ritirata di fronte all'incalzare delle vittoriose forze della Resistenza sciita, e ancora di più nel 2006 quando, attaccate di sorpresa da quello che si considera il quarto o quinto esercito del mondo, le stesse forze, milizia part-time di volontari, riuscirono a ricacciare indietro gli invasori dopo 34 giorni di lotta all'ultimo sangue...

legionofmarduk
inviata da: legionofmarduk - Categoria: Esteri - Fonte: http://palaestinafelix.blogspot.it

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Cosa stava preparando Hamas? “L’11 settembre d’Israele”

“Sotto Gaza c’è un’altra città”, ha commentato un ufficiale dell’esercito israeliano. Durante la guerra di Gaza, Hamas ha inferto due colpi a Israele: i missili sull’aeroporto di Tel Aviv e la rete di tunnel. Come è possibile che Hamas, un movimento sorto nel 1987, sia diventato una tale macchina da guerra e un nemico così sofisticato? Il padre dei tunnel di Hamas è Imad Mughniyeh, il capo militare di Hezbollah, ne ha diretto la guerra contro Israele del 2006 e serviva da collegamento con Teheran. Prima che Israele lo eliminasse a Damasco. Mughniyeh mandò istruttori a Gaza e portò membri di Hamas in Iran. La tecnologia, l’equipaggiamento e i fondi della rete dei tunnel di Hamas è quasi tutta iraniana. Israele scoprì i tunnel di Hezbollah nel 2006, domandandosi perché i raid della sua aviazione non infliggevano abbastanza perdite. E allora Israele scoprì che villaggi interi, le abitazioni, gli ospedali, le scuole venivano usate dai terroristi libanesi come fossero cartoni da sovrapporre (mp37vi)

Gaza. Sfuma la tregua, scatta nuovo bombardamento. IL VIDEO

GAZA -   Le possibilità di un accordo con Israele su una tregua a Gaza stanno «svanendo». Lo ha affermato un responsabile di Hamas, il movimento fondamentalista islamico palestinese che controlla la Striscia.  «Non c'è alcun progresso nei negoziati, le possibilità di raggiungere un accordo sfumano e noi consideriamo gli occupanti sionisti pienamente responsabili di questa situazione», ha dichiarato Ezzat el Rishq, un alto responsabile di Hamas, che de facto controlla la Striscia di Gaza ed è il principale obiettivo dell'offensiva israeliana lanciata sull'enclave palestinese lo scorso 8 agosto. El Rishq fa parte della delegazione che sta negoziando con Israele nella capitale egiziana Il Cairo.  Attacco e replica, e in un paio d’ore appena la tregua è rotta: dalla Striscia di Gaza sono piovuti tre razzi su una zona disabitata nel Neghev, e il governo israeliano ha immediatamente ordinato un raid aereo nella zona di Beit Lahiya, nel Nord della... (dazebao)

PARANOIA - micro racconto horror

"Vittima delle paranoie della moglie, aveva posto fine al calvario. Eppure, lei era ancora lì a rigovernare... come era possibile?". Micro racconto horror. (prosdocimi)

Israele. 3 capi di Hamas muoiono sotto i raid aerei israeliani

I missili lanciati da Hamas su Israele hanno interrotto ancora una volta l’ennesima labile tregua. La ritorsione di Israele non é tardata a farsi sentire e sotto i bombardamenti cadono alcuni capi di Hamas. Ieri, obiettivo dei raid aerei è stata la la casa di uno dei capi militari di Hamas, Mohammed Deifm,  che però […] (italnews)

Perché non sono un sionista

Sebbene gli articoli presentati finora sulla questione mediorientale siano stati decisamente chiari, è meglio ribadire alcuni punti a scanso di equivoci. Il problema qui non sono né gli ebrei né i palestinesi, il problema sono i fanatici e gli psicopatici al potere. Nel nostro caso, i cosiddetti sionisti e le forze arabe terroriste. Entrambi (ebrei e musulmani) hanno vissuto insieme senza problemi in Palestina per diversi secoli, fino all'arrivo dei coloni sionisti. La loro convinzione presuppone l'esistenza di uno stato ebraico in cui solo chi è di religione ebraica può avere la piena cittadinanza. Sia chiaro: il sionismo non è l'ebraismo. Il movimento sionista è una ideologia politica di origine ottocentesca, in contrasto con l'ortodossia ebraica ed osteggiato da un cospicuo insieme di rabbini. Ebrei ed arabi, in realtà, non sono popoli nemici. Uno stato unico in cui vivevano pacificamente insieme ebrei e musulmani già esisteva,... (robaseraepaminonda)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...