Alzheimer, cani guida per i malati

45 voti

30 mesi fa - Con i ciechi e i disabili svolgono già un ruolo fondamentale. Presto diventeranno indispensabili anche per i malati di Alzheimer. Sono i cani guida, in particolare le razze labrador e golden retriever, che un progetto appena avviato in Scozia ha messo al centro di un programma di aiuto rivoluzionario. (Leggi l'Articolo)

gigi2006
inviata da: gigi2006 - Categoria: Salute - Fonte: http://nelmondonostro.forumfree.it

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Chi ha l’Alzheimer se ne vergogna

Un malato di Alzheimer su quattro tende a nascondere la propria malattia agli altri. A rivelarlo, un rapporto del Medical Research Council sulla condizione sociale dei malati d’ Alzheimer nel Regno Unito. La difficoltà a rivelare la propria patologia –aaa (elgadi)

Aiutare un malato di Alzheimer nella comunicazione di tutti i giorni

Intervento di Paola Chiambretto, neuropsicologa e responsabile del nucleo Alzheimer della residenza sanitaria assistenziale Villaggio Amico. La comunicazione è un bisogno umano basilare, è la base di tutta l’organizzazione sociale. Il diritto di comunicare è essenziale per l’umanità e la violazione di esso de-umanizza la persona. Alcune malattie, come l’Alzheimer, portano a una progressione dei deficit di linguaggio che può arrivare a una situazione limite in cui il malato parla ma il suo parlare è incomprensibile. Come è...(continua) (salutedomani)

Mara Venier e Simona Ventura non si parlano più: problemi tra nuora e suocera

Sembra proprio che Mara Venier non stia attraverso un bel periodo. La conduttrice tv, a quanto pare, non è più in buoni rapporti neanche con la sua nuora Simona Ventura. A rendere questo periodo ancora più buio ci pensa la malattia di sua madre, malata di Alzheimer: “Mia mamma è malata di Alzheimer e in continua.. (alex84alex84a)

Ravvivare il cervello è possibile. L’Alzheimer “si dimentica”. In pochi mesi è possibile tornare ad...

Grazie ad un esperimento, per la prima volta, alcuni malati di Alzheimer hanno potuto recuperare la memoria. Il test è stato condotto su un campione ristretto dal Centro di ricerca sull’Alzheimer dell’Università della California.Attività fisica, un cambiamento dell’alimentazione e più ore di sonno hanno permesso ai dieci volontari di tornare, dopo un periodo di sei […] L'articolo Ravvivare il cervello è possibile. L’Alzheimer “si dimentica”. In pochi mesi è possibile tornare ad una vita normale sembra essere il primo su L\'Impronta L\'Aquila. (improntalaquila)

ALZHEIMER / nanoparticelle attive contro le placche che causano la malattia

ALZHEIMER, efficace risulta essere l’attività di nanoparticelle nel “ripulire” il cervello dalle placche della proteina beta Amiloide responsabile della manifestazione del Alzheimer. Le nanoparticelle anti-Alzheimer denominate  amiposomi, sono frutto di un enorme lavoro svolto nell’ambito del progetto di ricerca europeo Nad (Nanoparticles for therapy and diagnosis of Alzheimer Disease) coordinato dall’Università di Milano-Bicocca i cui risultati […] (carlarocca)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...