Isis: Paolo Sensini ci indica mandanti, registi e attori del terrorismo internazionale

Isis: Paolo Sensini ci indica mandanti, registi e attori del terrorismo internazionale
29/03/2017 - 11:14 - Le forze governative irachene sono ad un passo dalla riconquista di Mosul. L’Isis sta arretrando. I territori che controlla vanno restringendosi giorno per giorno. Anche Raqqa, capitale del califfato, potrebbe essere presto strappata ai jihadisti di Daesh. Ma questo non signidica che il terrorismo islamico sia agonizzante e che si spegnerà a breve. Lo dimostra […]

A Mosul si compie l'ennesima strage nella più totale indifferenza dell'occidente

126
26/03/2017 - 14:01 - L'ONU ha espresso "profonda preoccupazione" per quello che è stato definito un "incidente" nella battaglia che le forze della coalizione stanno combattendo per avere ragione delle ultime resistenze dell'Isis nella città irachena di Mosul. L'incidente ha causato un numero elevato di vittime tra i civili, forse oltre 200, ed è avvenuto la scorsa settimana, venerdì 17 marzo, nel quartiere di…
A Mosul si compie l'ennesima strage nella più totale indifferenza dell'occidente

L'Isis, i ritardi inspiegabili se si vuole davvero bloccare il terrorismo

23/03/2017 - 23:39 - di Fulvio Scaglione - Ecodibergamo Definire «attacco al Parlamento» l’incursione che ieri, a Londra, ha seminato il panico nella zona di Westminster è senz’altro esagerato. Ma i morti e i feriti sono una questione fin troppo seria, e non solo per la capitale che nel 2005 pagò il tributo di 26 vite al terrorismo islamico. L’uomo che ha scagliato un’automobile contro la folla e poi ha pugnalato a…

L’islamismo della catastrofe.

29/03/2017 - 14:25 - L’articolo comincia con l’inquadramento del tema che, secondo l’autrice, bisogna sistematizzare nel modo seguente: Islamismo come fenomeno del tardo capitalismo che ha aperto spazi politici alla destra estrema. La Allinson sostiene esserci alcuni miti sull’ISIS e su ciò che stà accadendo in Siria. Il modello rivoluzione siriana –> milizie islamiste –> ISIS è falso. Questo è uno dei temi che…

Donatello Santarone: Guerra alla guerra: Brecht e Fortini

29/03/2017 - 18:05 - Guerra alla guerra: Brecht e Fortini di Donatello Santarone I saw the charred Iraqi leantowards me from bomb-blasted screen, his windscreen wiper like a penready to write down thoughts for men, his wind screen wiper like a quillhe’s reaching for to make his will.1 Sono le prime tre strofe di 92 del poemetto di 184 versi in tetrapodie giambiche2 a rima baciata A Cold Coming – Un freddo venire, del…

Russia: Gli USA attaccano le infrastrutture in Siria e i civili a Mosul

29/03/2017 - 01:29 - “Continuiamo ad osservare le azioni della coalizione internazionale sul territorio di Iraq e Siria. Da un'impressione che si è creata, la coalizione internazionale si è posta l'obiettivo di distruggere completamente importanti infrastrutture sul territorio siriano e complicare al massimo la ricostruzione post-bellica del Paese“, ha detto il generale Sergey Rudskoy capo della gestione operativa…

Sabbia e clima: piccoli granelli ma grandi effetti

28/03/2017 - 05:27 - RICERCANDO ALL’ESTERO – Le polveri provenienti dai deserti non hanno solo un impatto a livello locale sulla società, sui trasporti, sulla salute pubblica, sull’ambiente. La loro influenza sul clima è notevole, soprattutto quando grandi nubi di sabbia si disperdono nell’atmosfera e restano sospese per giorni o settimane. Quando si parla di polveri del deserto, a cosa ci si riferisce? Si tratta di…

Tra gli ultimi utenti attivi

misterloto genuflessa mp37vi tanogabo vraie55 realdamico1 tuttoperifigli italianiafiji alberto_valli uppercut elkenow osipensaosicrede01 giordanovini panopticon sergbat cfs2016 silenzioinsala gioegio calmail beliceweb ritamini

Gigi Hadid ha aiutato Zayn Malik nel design di scarpe

Gigi Hadid ha aiutato Zayn Malik nel design di scarpe
23/03/2017 - 14:16 - Sembra proprio che Zayn Malik voglia seguire le orme della fidanzata, ormai stilista oltre che modella. Ecco i suoi progetti (e l’aiuto di Gigi). Zayn Malik è diventato una fashion icon quanto la fidanzata Gigi Hadid (seguila sulla pagina FB italiana). Il cantante ex membro dei One Direction ha stretto diverse partnership con case di […]

Attentato di Londra. I primi arresti

123
23/03/2017 - 11:50 - Nelle indagini seguite all'attentato terroristico di ieri a Londra che ha causato 5 vittime - tra cui l'attentatore - e circa 40 feriti di cui 29 ricoverati in ospedale, la polizia inglese ha arrestato sette persone, secondo quanto ha dichiarato il capo dell'antiterrorismo Mark Rowley. Tra i feriti sette sono coloro che destano maggiori preoccupazioni e le cui condizioni sono state definite…
Attentato di Londra. I primi arresti

"L'attentatore era un cittadino Britannico, noto ai servizi segreti inglesi". Ergo...

23/03/2017 - 13:57 - Theresa May: "L'attentatore era un cittadino Britannico, noto ai servizi segreti inglesi". Tradotto, significa che l'attentatore era un 'ribelle moderato' sostenuto dai governi occidentali nelle sue azioni terroristiche in Siria ed in Iraq. Implicitamente, per media e politici, il problema non è che costui abbia ammazzato degli innocenti, piuttosto che abbia deciso di farlo in Europa invece che in…

ANCHE SE NON SEMBRA, STIAMO VINCENDO NOI

24/03/2017 - 18:10 - Abbiamo Vinto. Un’affermazione che a molti sembrerà strana, dato che i media operano per farci avere paura, per terrorizzarci. Un terrore nel terrore che ci offusca una palese verità: abbiamo vinto. Pensateci bene. Da anni subiamo attacchi da organizzazioni finanziate in modo strano con amicizie poco chiare, siamo vittime di vigliacchi attentati da parte di organizzazioni come al Qaeda prima e…

Manlio Dinucci - "Navalny, democratico made in Usa"

28/03/2017 - 15:59 - nella foto Navalny, in basso a sinistra Yale 2010 di Manlio Dinucci - il manifesto, 28 marzo 2017   Un poliziotto sfonda la porta di casa con un ariete portatile, l’altro entra con la pistola spianata e crivella di colpi l’uomo che, svegliato di soprassalto, ha afferrato una mazza da baseball, mentre altri poliziotti puntano le pistole contro un bambino con le mani alzate: scene di ordinaria…

Attentato a Londra: Isis rivendica l’attacco.

24/03/2017 - 01:58 - Il giorno dopo l’attentato di Wenstmister, Daesh rivendica la paternità del nuovo orrore. Lo riferisce il Site (Search for International Terroristic Entities), sito di monitoraggio Usa dei jihadisti sul web, che cita l’Amaq News Agency, organo di propaganda islamista. Secondo quest’ultima l’attacco è da attribuirsi a un “soldato del Califfato”. Questa tardiva rivendicazione rimanda quindi…

Le origini di DAESH spiegate in un minuto (da fonte NATO)

23/03/2017 - 18:47 - di Pepe Escobar* James Shea, Deputy Assistant Secretary of Emerging Threats della NATO – che titolo gioioso? – ha tenuto recentemente una conferenza al Liberal Club di Londra sul tema del Daesh. Shea, come ricordano tutti, è stato il portavoce della Nato durante il conflitto in Yugoslavia nel 1999.    Dopo aver parlato, Shea ha iniziato un dibattito con una fonte che è per me un tesoro. La fonte…

Londra: attentato contro la Brexit

24/03/2017 - 14:25 - PICCOLE NOTE Ormai pare accertato: a colpire Londra è stato il Terrore. Ancora non si sa se l’assassino di turno abbia agito da solo o in collegamento diretto con la rete dell’Isis, ma il suo scopo è stato raggiunto egualmente. ** L’attentato segue il quasi-attentato in Francia di una settimana fa, quando a Orly un tizio ha rubato l’arma a una soldatessa ed è stato prontamente freddato.…

I curdi delle FDS accolgono positivamente l'Esercito siriano nell'offensiva di Raqqa

I curdi delle FDS accolgono positivamente l'Esercito siriano nell'offensiva di Raqqa
25/03/2017 - 05:04 - In alcune dichiarazioni pubblicate dal quotidiano siriano Al-Watan, e riportate dal sito di informazione 'Al-Masdar-News', Talal Silo portavoce delle "Forze democratiche siriane"(FDS) ha sostenuto di aver sempre dichiarato che il popolo siriano ha il diritto di liberare le sue aree, e che l'esercito siriano è una parte essenziale della patria siriana.   L'esercito siriano ha il diritto di fare ciò…

Israele corre in soccorso dell'Isis in Siria

23/03/2017 - 18:47 - da abrilabril.pt | Traduzione di Marx21.it Un diplomatico iraniano ha denunciato il recente attacco israeliano in Siria e ha chiesto all'ONU di prendere misure per impedire la sua ripetizione. Avigdor Lieberman, ministro israeliano della Difesa, ha minacciato di distruggere le difese antiaeree della Siria. Bahram Qassemi, portavoce del Ministero degli Affari Esteri iraniano, ha condannato…
Israele corre in soccorso dell'Isis in Siria

Prensa Latina: Nord della Siria. Dalla lotta all'ISIS al 'tutti contro tutti'

28/03/2017 - 06:20 - Articolo originale Pedro Garcia Hernandez, corrispondente in Siria per Prensa Latina Le forze curde combattono in quelle aree(Raqqa ndt) contro l'ISIS, che ha circa quattromila combattenti, secondo alcune stime, concentrati in città per affrontare l'offensiva annunciata dalla coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti.   Ad un tiro di schioppo di una regione che copre le province siriane…

Il Corriere dell'islam

110
24/03/2017 - 17:43 - Si tratta di autocensura spontanea di questi intellettuali che pensano di salvare il mondo non chiamando le cose con il loro nome. Islam, Isis, terrorismo islamico? Non scherziamo, sono cose di destra, da razzisti. Loro, al Corriere, sono «politicamente corretti», le stragi islamiche non hanno nome, al massimo nomignoli. Come al tempo del terrorismo domestico anni '70-80: a ogni mattanza…

Saluti e baci #8/20

86
29/03/2017 - 03:58 - Un marinaio saluta la figlia prima di partire per imbarcarsi, nel 1923(Topical Press Agency/Getty Images) Il caporale Russ Oguin abbraccia i suoi genitori dopo esser tornato da una missione di sette mesi in Iraq, Camp Pendleton, San Diego, 24 settembre 2004(Sandy Huffaker/Getty Images) (Clicca sul titolo per continuare a leggere...)

La Siria 7 anni (e 7 miliardi di dollari investiti dagli USA) dopo

28/03/2017 - 01:31 - di Mostafa El Ayoubi* - Nigrizia La guerra in Siria è entrata nel suo settimo anno. Ed è difficile prevederne la fine in tempi brevi. Gli Usa sono stati il principale attore internazionale a voler destabilizzare il paese per i loro ben noti interessi geostrategici in Medioriente. La politica dell’amministrazione Obama, senza riuscire a far cadere al Assad, aveva contribuito al finanziamento dei…