BCE: continua il prestito alla banche. Ma per cosa?

BCE: continua il prestito alla banche. Ma per cosa? 06/06/2012 - Oggi si è tenuto, a Francoforte, il consiglio direttivo della BCE. Al termine, Il presidente Mario Draghi ha tenuto una conferenza stampa.

Che cosa ha detto? Sostanzialmente nulla di nuovo rispetto a quello che già sapevamo. Recessione, inflazione, paesi in crisi... le solite cose... e tra le solite cose ha aggiunto anche che le banche continueranno ad essere finanziate, senza alcun limite, fino al 2012 ad un tasso dell'1%.

E naturalmente, anche stavolta, Draghi si è ben guardato dal mettere dei vincoli sulle modalità con cui le banche potranno utilizzare il finanziamento. Ad oggi, nonostante abbiano ricevuto il denaro quasi in regalo, le banche non lo hanno utilizzato per ricominciare a finanziare le imprese e far riprendere l'economia. Il problema del credit crunch è un dato di fatto.

Quindi, se fino a ieri le banche non hanno utilizzato il denaro della BCE per far ripartire l'economia, dato che non avevano ricevuto nessun obbligo in tal senso, perché da oggi in poi dovrebbero iniziare a farlo? Mistero.
E meno male che Draghi era uno bravo...

Prosit
Ernesto
Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...