Cerca
giovedì 24 aprile 2014 - 01:05

Il solito scenario europeo: recessione e rischio default

Il solito scenario europeo: recessione e rischio default 23 mesi fa  - In Grecia i partiti non trovano un accordo per formare un nuovo governo. Il motivo del contendere è il rifiuto, da parte di alcuni, del rispetto del patto lacrime e sangue imposto da UE, BCE e FMI in cambio dei finanziamenti necessari a far sopravvivere il paese.
L'alternativa alla situazione attuale, sono nuove elezioni e, probabilmente, l'uscita della Grecia dall'euro con probabili conseguenze catastrofiche per tutta la zona euro, partendo da Spagna e Portogallo... e anche l'Italia potrebbe rischiare il default. Le conseguenze, però, nessuno sembra poterle indicare con precisione.
In ogni caso, l'incertezza è sufficiente. Così, per avere un'idea degli scenari futuri, basta vedere quello che accade stamani nei mercati finanziari. Le borse crollano intorno al 3% e i differenziali dei titoli di stato, rispetto a quelli tedeschi, aumentano. Il BTP decennale ha raggiunto quasi i 430 punti! Chi ha causato tutto questo disastro? Una signora di mezza età che guida la politica tedesca e che crede che il rigore sia la panacea di tutti i mali. Evidentemente, la signora Merkel non ha pratica nédi vino, né di botti, né di ubriacatura.
Infatti, il rigore può sistemare i conti, ma se poi deprime l'economia è ovvio che il risultato non cambia. Un paese continuerà ad andar male...
E pare che anche in Germania se ne stiano accorgendo. Nelle elezioni dei vari Land, la Merkel continua a veder erodere il proprio consenso. Domenica si è votato in Nord Reno-Westfalia ed il partito della cancelliera, CDU, è passato dal 34% al 26%, mentre i socialdemocratici sono saliti al 29%.
Che sia la volta buona perché l'incapace, sprovveduta, di corte vedute, Angela Merkel possa rivedere le sue posizioni? Domani sera si incontrerà con il neo eletto presidente francese Hollande. Sarà l'occasione per capire che cosa l'Europa si dovrà attendere in futuro.

Se le cose dovessero andare avanti così, l'Europa morirebbe... e giustamente, non avendo alcun senso se si dovesse continuare su questa strada.
Prosit
Ernesto
Aggiungi un Commento
Risposta a  Annulla
utente non registrato    4000 caratteri disponibili
TAG supportati per la formattazione del commento:
<br /> - Ritorno carrello. Es: Mario Rossi abita a Milano. <br /> Mario Rossi è all'estero.
Inserisci il testo dell'immagine

Necessario per evitare invii automatici.

Cerca altri articoli con

scenario europeo recessione rischio