Roma 2024: Lettera aperta a Virgina Raggi

Roma 2024: Lettera aperta a Virgina Raggi
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Lettera aperta a Virginia Raggi sul rifiuto a candidare Roma alle Olimpiadi 2024: una occasione persa per il riscatto della città

"Ma non fare le Olimpiadi 2024 per paura di appalti gonfiati e appetiti di parte non è un modo per affermare implicitamente l’incapacità di fare piazza pulita, di sottrarsi ad un banco di prova importantissimo anche in vista di una possibile presenza futura del suo partito a Palazzo Chigi, per dimostrare che siete capaci non solo di gestire l’ordinario ma anche lo straordinario? Avreste potuto farci vedere come si affronta l’organizzazione di un grande evento in maniera trasparente, senza sprechi e valorizzando gli impianti esistenti: bastava parlarne in maniera chiara e diretta con il Coni, al di là del mandare in avanscoperta il vice sindaco. Il suo partito ha fatto della democrazia partecipata una bandiera: non si poteva fare allora un referendum per chiedere il parere ai romani, come ha fatto Amburgo, e avere così il sostengo della sua cittadinanza in caso del No?"

Per saperne di più
lucasantoro
nella categoria Sport
Attendere...