Mantenimento: l’assegno sociale dell’ex moglie fa reddito

Mantenimento: l’assegno sociale dell’ex moglie fa reddito

Ha diritto a chiedere una riduzione dell’assegno di mantenimento l’ex marito se dimostra che la donna percepisce altre fonti di reddito come, ad esempio, anche l’assegno sociale.

Fa un grosso errore l’ex moglie che prima fa causa al marito per ottenere l’assegno di mantenimento e solo dopo che il giudice ne ha quantificato l’importo presenta la domanda all’Inps per ottenere la pensione sociale. Difatti, l’eventuale accoglimento della richiesta assistenziale da parte dell’Istituto di previdenza fa sì che il reddito della donna si accresca. Con la conseguenza che il marito ben potrebbe, subito dopo, chiedere al giudice la revisione dell’assegno di mantenimento. In buona sostanza, l’assegno sociale «fa reddito» e, pertanto, comportando ciò un innalzamento delle condizioni economiche della donna, il contributo economico mensile a carico dell’ex marito può essere ridotto. È quanto chiarito dalla Cassazione con una sentenza di poche ore fa [1].

La pensione sociale – si legge in sentenza – costituendo fonte idonea a sopperire in qualche misura alle esigenze di vita di chi la percepisce, rappresenta un elemento valutabile ai fini dell’accertamento della condizione economica della persona che richiede l’assegno di divorzio.

Per saperne di più
avvvaniasciarra
nella categoria Economia
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...