Letta angosciato e accosciato, ma è sempre in agguato

Letta angosciato e accosciato, ma è sempre in agguato

Enrico Letta, immalinconito e preoccupato: "Il Pd mi mette angoscia. Non riesco a prendermela con Bersani, cui voglio bene. E Prodi, un altro a cui voglio bene, come non stare attenti ai suoi moniti, che se fosse andato lui al posto di Mattarella, avrebbe superato in quantità i moniti di Napolitano. Anche lui, degno del mio affetto. E Brunetta, anche se vi sembrerà strano, tanto piccolo ma quanta bontà, in quel piccolo cilindro a palla. E Pierferdi Casini, come non amarlo? E Renato Schifani? Mai mi ha fatto schifo, malgrado fosse così vicino a Berlusconi. E Massimo D’Alema? Quanto ho voluto bene alla sua superiore intelligenza.

Maggiori dettagli
riverinflood
nella categoria Cultura e Spettacolo
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...