Che cosa è il modellismo?

Che cosa è il modellismo?

Il modellismo definisce l'attività di costruire oggetti vari, di solito veicoli, aerei o altro, riproducendo fedelmente l’oggetto reale in proporzioni ridotte in scala. Il modellismo può essere praticato per scopi di studio, ma per lo più si tratta di un hobby.

L’hobby del modellismo utilizza modelli statici o dinamici costruiti con materiali come plastica, cartone, carta, legno, vetroresina. Ci sono ad esempio l’automodellismo statico e dinamico, il razzimodellismo, il navimodellismo, l’aeromodellismo, il ferromodellismo, ecc.

I principali filoni del modellismo hobbistico sono:

Velivoli (aeromodellismo statico, aeromodellismo dinamico, elimodellsimo, micromodellismo); Veicoli (modellismo automobilistico statico e dinamico, modellismo motociclistico statico e dinamico, truck, tank, mezzi da lavoro); Razzi (razzimodellismo); Treni (ferromodellismo dinamico, ferromodelliso statico); Navi (modellismo navale statico, modellismo navale dinamico); Architetture (edifici e costruzioni civili o militari); Diorami (plastici, case delle bambole); Figurinismo (action figure, soldatini, miniature).

Il modellismo statico è la forma di modellismo nella quale vengono riprodotti autoveicoli o mezzi di altro genere privi di qualsiasi congegno atto a farli muovere.

Il modellismo viene considerato di tipo dinamico quando consiste nell’assemblaggio, nella messa a punto e nel mantenimento di riproduzioni di modellini in scala che possono essere radiocomandati e con i quali è possibile partecipare a delle gare di corsa (automodellismo dinamico).

Il modellismo dinamico si distingue, inoltre, attraverso la fonte di alimentazione da cui traggono energia per il movimento:

Automodelli elettrici: sono generalmente dei modellini che si muovono attraverso l’utilizzo di motori elettrici e batterie;
Automodelli a scoppio: sono automodelli che utilizzano motori alimentati da diverse sostanze combustibili: che vanno, a seconda dei motori, da normale benzina e olio per miscele 2 tempi, ad una miscela composta da nitrometano, metanolo e olio lubrificante.

Per alcuni il modellismo statico risulta essere meno competitivo a prescindere dalla scelta di acquistare un modellino già pronto o di acquistare i pezzi per assemblare il proprio. Alcuni considerano il modellismo statico un bellissimo hobby ma nulla più. La tendenza nasce dai negozianti che tendono a dedicare maggiore spazio al modellismo dinamico a discapito di quello statico.

Per ogni modellista è molto importante avere da parte i giusti accessori per lavorare sui kit di montaggio, i quali contengono tutti i pezzi necessari realizzati in maniera a dir poco perfetta. Non a caso alcuni particolari in metallo molto complessi vengono fatti tramite tecniche di precisione come la microfusione. Ecco alcuni degli accessori più importanti:

Pennelli: La scelta di un pennello deve andare sulla qualità e non sull’economicità, un buon pennello si mantiene più a lungo e lavora meglio di un pennellino da 4 soldi che dopo poco diviene inutilizzabile.
Colori: Normalmente per il modellismo si tende ad usare colori acrilici, questi possiedono due vantaggi per il modellista, non hanno un odore tossico, e possiedono tempi d’asciugatura relativamente brevi.
Colla vinilica: Utilizzata per incollare polistirolo, legno e carta. Risulta anche molto comoda per incollare l’erba finta alla basetta della miniatura, in quanto che una volta ascugata, la colla vinilica diventa trasparente.
Colla cianoacrilica: Ci si incollano le miniature e le varie parti di essa. Ha una ottima tenuta ma tende ad essere molto fragile una volta secca per questo non si usa per incollare parti di metallo che devono reggere un peso notevole perchè altrimenti cederebbe.
Spazzolina da camoscetto: E’ ottima per pulire le miniature in piombo prima di stendere il colore di base, le setole sono di metallo ma NON rovinanano la miniatura; Si creano così dei microsolchi che faranno in modo che la prima passata attecchisca maggiormente, senza paura che il colore mi coli via, magari su di una macchia di grasso rimasta dalla fusione.
Cutter: E’ uno degli strumenti essenziali per il modellista.
Tronchesi e pinze: Sono utili per togliere i modelli dai relativi supporti, per eliminare qualche errore grossolano della fusione, per tagliare il fil di ferro ed altro.
Seghetti: La necessità alle volte di riposizionare dei pezzi della miniatura, di donare pose più dinamiche ai nostri modelli richiede misure rilevanti.
Strumenti abrasivi: Lime e carta vetrata;


Questo articolo è stato redatto dall'Utensileria Revelli in base alla propria esperienza nella distribuzione di utensileria meccanica, macchine utensili, micro profili per modellismo, articoli tecnici professionali per l'hobbista più esigente. 

egolemweb
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...