Per le PMI, “Contributi” e “Dote”.

3 anni fa A) Dote Impresa Lombardia per la “Formazione Imprenditore” PMI.
B) Promozione dei Sistemi di Gestione Ambientale per le PMI Dote Impresa Lombardia per la “Formazione Imprenditore” Obiettivo: sostenere il riposizionamento delle micro e piccole imprese (PMI)  lombarde con l’attivazione di interventi formativi personalizzati per il rafforzamento delle competenze degli [...]
(Continua...)
erservices
nella categoria Economia
Altri articoli di possibile interesse:

StartER: il fondo per le PMI italiane

30/11/2015 18:48 - StartER è il fondo rotativo di finanza agevolata dedicato alle PMI del territorio emiliano, nate dopo il primo gennaio 2011 per volere di ATI UNIFIDI Finindustria Uno degli ultimi bandi pubblicati infatti, prevede un finanziamento dalle proporzioni elevate ed è sostenuto dalla Regione Emilia Romagna ed è appunto StartER sviluppato in ambito Por Fesr 207-2013 per aziende e imprese locali compresi consorzi, cooperative e società. Il Bando è disponibile sul sito ufficiale della Regione Emilia Romagna ed è stato realizzato con il supporto di Ati Unifidi- Finindustria ed è destinato alle imprese che svolgono la loro attività sul territorio ragionale dal primo gennaio 2011. I finanziamenti che prevede, fino a esaurimenti fondi, avranno una durata da un minimo di 18 mesi fino ad un massimo di 84 mesi, pur prevedendo un principio di cofinanziamento alla spesa da parte delle PMI selezionate, equivalente al almeno il 15% delle spese complessive rendicontate. Le somme finanziabili vanno da un minimo di 25 mila euro ad un massimo di 300 mila euro per spese relative a interventi su immobili, alcuni costi del personale, acquisizione di impianti, macchinari, brevetti, licenze e marchi o anche investimenti o consulenze con specialisti, e devono esser state sostenute a partire dal primo gennaio 2013. In un momento come quello che l’Italia sta vivendo, assieme ai suoi colleghi europei, rappresenta un ostacolo ma anche un’opportunità, è una crisi delle contraddizioni, da un lato l’inefficienza dimostrata (soprattutto a livello politico) incapace di distribuire intelligentemente le risorse sempre più scarse e dall’altro l’emergere di nuovi stimoli e innovazioni fino a poco tempo fa impensabili. Per una ripresa positiva e per una crescita di lungo periodo l’unica cosa che le imprese possono fare è aggrapparsi a chi crede il loro e chi crede che offrendo sempre il meglio, qualitativamente parlando potrà sviluppare un business interno senza necessità di orientare il consumatore altrove, perché è quest’ultimo che decreta per il successo o il fallimento di un’attività, ma questa al contempo deve garantire un’offerta sempre in linea con la veloce e flessibile corsa del mercato verso il futuro. Ed è per queste ragioni che le PMI di tutto il territorio nazionale dovrebbero tenere sempre d’occhio questi bandi e le opportunità offerte, senza dimenticare di farsi guidare da professionisti e consulenti in grado di guidarci verso le scelte più sicure e più ambiziose. (shape88)

Il patto di demansionamento

03/12/2015 18:13 - Mi sembra utile, ad integrazione del precedente articolo sul demansionamento, segnalarvi un articolo apparso sulla rivista on line delle PMI, che tratta del nuovo patto di demansionamento. Questo articolo chiarisce che, se da un lato con il Jobs Act sono state date al datore di lavoro maggiori opportunità per procedere con demansionamenti, è pur vero […] (pps9000)

Google fattura miliardi in Slovacchia, ma paga le tasse di una PMI

02/02/2016 23:06 - L’americana Google è leader nella pubblicità online in Slovacchia, con un fatturato a sette cifre, ma non paga al fisco locale un solo euro di tasse, dato che tutto il profitto finisce alla filiale irlandese. Sotto il titolo “Google . . . → Leggi (buongiornoslovacchia)

MA QUALE EVASIONE? PERSECUZIONE DELLE PMI E GIGANTESCA ESTORSIONE

20/01/2016 10:00 - di LUCIANO DISSEGNA La lotta "all'evasione fiscale", ricetta per coprire tutte le magagne governative, nonché per addossare la colpa a qualche capro espiatorio del tutto inventato, merita qualche considerazione. Vediamo di seguito: 1) I crediti inesigibili Equitalia (organo di riscossione dell’Agenzia Entrate) sono passati dai 545 miliardi dei primi mesi 2014 ai 601,5 degli ultimi mesi 2015. Da notare che la stampa (da … (movimentolibertario)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...