Rapporto Unioncamere: imprese cercano 100mila lavoratori

3 anni fa Saldatori, cuochi, infermieri, esperti di marketing, falegnami, ingegneri, commercialisti, fabbri.
Sono alcuni dei mestieri introvabili, di cui le aziende vanno a caccia.
L'annuale classifica del 2011 è stata redatta dal rapporto Excelsior di Unioncamere-Ministero del Lavoro.
Si tratta di quasi 100mila posti di lavoro: 31.790 nelle grandi imprese e ben 61.720 nelle Pmi.
(Continua...)
nestore
nella categoria Salute
Altri articoli di possibile interesse:

LE IMPRESE NON FANNO UTILI, I PARASSITI DI EQUITALIA VENGONO PREMIATI

20/01/2016 09:57 - di LEONARDO FACCO “Quando vedete che per produrre avete bisogno di un permesso da chi non produce, quando vi rendete conto che il denaro si dirige verso chi sa gestire rapporti politici e non verso chi commercia, quando vedete che gli uomini diventano più ricchi rubando e costringendo piuttosto che lavorando e che le leggi proteggono loro da voi e … (movimentolibertario)

Incentivi per assunzione Giovani Genitori

22/12/2015 05:37 - Confartigianato Imprese informa che è stata riattivata l’iscrizione alla “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori”, istituita presso l’INPS, a cui possono iscriversi i giovani genitori di figli minori, in cerca di un occupazione stabile. La banca dati è finalizzata a consentire l’erogazione di un incentivo di € 5.000 in favore delle imprese private e […] (vivienna)

web e imprese: niente consigli solo comunicazione

04/02/2016 06:24 - Cos’è la comunicazione? Cosa, i new media nel web nel marketing, insegnano a fare alle imprese?   Ovvero: come le nuove regole per comunicare richiedono la presenza delle imprese, chiedendo loro di raccontare storie ed esperienze da condividere con gli altri, in un ideale di realtà iperconnessa e iperreattiva. Inizialmente il termine “comunicazione” veniva inteso […]The post web e imprese: niente consigli solo comunicazione appeared first on Shape Beyond Graphic. (shape88)

Roberta Fantozzi: Legge di stabilità: i soldi che ci sono e non ci sono, dipende dagli obiettivi

04/12/2015 21:19 - Legge di stabilità: i soldi che ci sono e non ci sono, dipende dagli obiettivi di Roberta Fantozzi Continuano le operazioni di propaganda e manipolazione del governo sulla Legge di Stabilità. Ma la Legge di stabilità per il 2016 è un inno al neoliberismo: prodiga verso le imprese e i ceti abbienti, a cui destina una gran quantità di risorse in tutti i modi possibili, mentre accelera la distruzione di ogni comparto e funzione pubblica con l’eccezione della spesa militare, favorisce l’evasione fiscale, e non dà che qualche mancia per la condizione di disagio sociale dei più deboli.   1. Il rapporto con i vincoli europei: l’austerità “flessibile” e il neoliberismo La comunicazione pubblica del governo è tutta centrata alla descrizione di una manovra che finalmente dà e non toglie. Una manovra espansiva con cui si cerca di accreditare anche l’immagine di un premier che mette in discussione le politiche europee. Non è così. Come viene riaffermato in ogni documento, il governo si muove... (tonino2308)

Attendere...
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...