Rinviati a giudizio i cinque carabinieri ritenuti responsabili del pestaggio e della morte di Stefano Cucchi

Rinviati a giudizio i cinque carabinieri ritenuti responsabili del pestaggio e della morte di Stefano Cucchi

«A giudizio! Mandolini, Tedesco, D'alessandro, Di Bernardo, Nicolardi. I cinque carabinieri dell'arresto di mio fratello. 13 ottobre terza Corte d'Assise.»

Così Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, ha annunciato su facebook il rinvio a giudizio dei cinque carabinieri ritenuti responsabili del pestaggio, quando era già in stato di fermo, di Stefano Cucchi. Pestaggio che avrebbe provocato le lesioni che ne hanno poi causato la morte. Stefano Cucchi era stato arrestato per esser stato trovato in possesso di 20 grammi di marijuana nell’ottobre del 2009.

Il rinvio a giudizio dei cinque carabinieri è stato deciso dal Gup Cinzia Parasporo, secondo quanto ha riferito il legale della famiglia Cucchi, Fabio Anselmo.

Questa la dichiarazione di Ilaria Cucchi riportata dal sito dell'Ansa: «Finalmente i responsabili della morte di mio fratello, le stesse persone che per otto anni si sono nascoste dietro le loro divise, andranno a processo e saranno chiamate a rispondere di quanto commesso.»

Rino Mauri
nella categoria Cronaca
Attendere...