FUTURBALLA. Ad Alba dal 29 ottobre una mostra per ammirare una prospettiva completa delle opere di Giacomo Balla

FUTURBALLA. Ad Alba dal 29 ottobre una mostra per ammirare una prospettiva completa delle opere di Giacomo Balla
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Giacomo Balla è uno tra i pittori che maggiormente ha segnato la cultura italiana, in special modo nei primi decenni del '900. La sua intera opera, a partire dall’apprendistato torinese fino all'approdo al futurismo, sarà allestita in una mostra a lui dedicata, FUTURBALLA, che dal 29 ottobre 2016 al 27 febbraio 2017 potrà essere visitata ad Alba, presso la Fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero.

La mostra, a cura di Ester Coen, si avvale della collaborazione scientifica della GAM di Torino e della Soprintendenza delle Belle Arti del Piemonte.

La mostra offre la possibilità di vedere opere che illustrano l'evoluzione contenutistica e tecnica dell'opera di Giacomo Balla. Per tale motivo, l'esposizione è stata divisa in tre diverse sezioni tematiche: il realismo sociale e la tecnica divisionista, le compenetrazioni iridescenti e gli studi sulla percezione della luce, l’analisi del movimento e il futurismo.

Quella di Alba, pertanto, sarà un'occasione unica per vedere riuniti quadri provenienti da ogni parte del mondo, appartenenti a collezioni pubbliche e private, capolavori straordinari che difficilmente vengono concessi in prestito.

Questo un elenco di alcuni dei capolavori in mostra: il Polittico dei viventi - nella sua completezza - dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e dall’Accademia di San Luca di Roma; La mano del violinista dalla Estorick Collection di Londra; la Bambina che corre sul balcone dal Museo del Novecento di Milano; il Dinamismo di un cane al guinzaglio dalla Albright-Knox Art Gallery di Buffalo; il Volo di rondini del Museum of Modern Art di New York; la Velocità astratta + rumore in prestito dalla Peggy Guggenheim Collection di Venezia, che sarà accostata alla Velocità astratta; L’auto è passata dalla Tate Modern di Londra; Automobile in corsa proveniente da The Israel Museum of Gerusalemme.

La mostra può essere visitata lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 15 alle 19; sabato, domenica e festivi dalle ore 10 fino alle 19. Giorni di chiusura: ogni martedì e il 24, 25, 31 dicembre 2016 ed il 1° gennaio 2017.

 


Crediti per l'immagine. Giacomo Balla, Dinamismo di un cane al guinzaglio, 1912 Buffalo, Albright-Knox Art Gallery © 2015 Artists Rights Society (ARS), New York / SIAE, Rome. Photograph by Tom Loonan

giulia
nella categoria Cultura e Spettacolo
Attendere...