La speranza di Speranza che Pisapia voglia costruire un partito di sinistra e non un'alleanza con il PD

La speranza di Speranza che Pisapia voglia costruire un partito di sinistra e non un'alleanza con il PD

"Abbiamo condiviso la necessità di dare forza e sostanza al progetto avviato il primo luglio a Roma". Lo affermano Giuliano Pisapia e Roberto Speranza in una nota stampa comune a seguito di un colloquio avuto giovedì 3 agosto. "Il nostro obiettivo – aggiungono – è offrire finalmente una casa ai milioni di elettori di centrosinistra che chiedono discontinuità rispetto alle politiche degli ultimi anni. L’Italia ha bisogno di un progetto nuovo e aperto, inclusivo, verso il civismo, l’associazionismo laico, cattolico e ambientalista, il volontariato, il mondo del lavoro e delle imprese".

"Per questo stiamo lavorando per dare gambe e fiato alle idee emerse in questi mesi. Ci daremo appuntamento a breve per approfondire la nostra proposta programmatica, aperta anche ad esperienze diverse, e per stabilire un percorso di partecipazione dal basso che vedrà nel mese di ottobre il culmine con una grande assemblea democratica", concludono Pisapia e Speranza.

Dopo le incomprensioni di qualche giorno fa nate dalle "effusioni" tra Giuliano Pisapia e Maria Elena Boschi in un incontro avvenuto alla festa de l'Unità di Milano, Roberto Speranza e l'ex sindaco di Milano si sono tornati a parlare.

Lo hanno fatto telefonicamente e nel comunicato successivamente rilasciato hanno concordato il contenuto così come sopra è stato riportato.

Per Bersani, "nel comunicato di Speranza e Pisapia c’è un vero passo avanti. Il percorso di partecipazione in tutto il paese ci permetterà di consolidare il progetto politico e di mobilitare grandi energie. L’obiettivo è chiaro.

Si tratta di rivitalizzare il centrosinistra promuovendo un soggetto politico progressista e popolare. Un soggetto politico senza barriere ma con ben visibili le bandiere dei valori e dei nuovi programmi di una sinistra plurale e di governo."

Felici di sentire che Bersani abbia individuato un "chiarimento" nel progetto politico di Insieme annunciato a luglio in un piazza romana.

Ad oggi, nonostante comunicati e buone intenzioni espresse, la sensazione è che Pisapia continui a guardare ad un'alleanza con il PD, e di conseguenza con Renzi, mentre - ed anche giustamente considerando le esperienze passate - Articolo 1 e MDP non abbia alcuna intenzione di allearsi con un PD che abbia a che fare, in un modo o nell'altro, con Matteo Renzi.

Al di là delle belle parole, difficile che il progetto di Pisapia possa rappresentare i "delusi" della sinistra se, direttamente o indirettamente, l'ex sindaco continuerà a guardare al Partito Democratico di Renzi. Lo avrà capito?

Marzio Bimbi
nella categoria Politica
Attendere...