Come progettare il tuo sito web?

Come progettare il tuo sito web?
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Scegliere di avere il proprio sito web richiede molto lavoro ma dona anche molte soddisfazioni e, soprattutto, la flessibilità che i blog e Facebook non riescono a dare. Si può dare, infatti, al proprio sito web l’aspetto che si desidera di più realizzandolo in modo da esprimere al meglio la propria creatività e personalità. Ciò non toglie, però, che per creare un sito web che sia funzionale e utile sia necessario soprattutto del tempo.


Da dove iniziare quando si progetta un sito web?


Solitamente il consiglio che viene dato a questo punto è quello di scegliere un buon hosting ovvero il luogo virtuale che ospiterà le pagine web. Sebbene questo sia un passo importante non è necessario farlo all’inizio: può essere anche lasciato alla fine.

Se si ha voglia di progettare il proprio sito web da zero, invece, il primo passo consiste nella scelta del CMS o software per la creazione dei siti web (editor) che si desidera utilizzare. Molti editor e CMS sono a pagamento ma ce ne sono anche molti altri da poter utilizzare gratuitamente. È il caso per esempio del CMS WordPress o del Komposer, uno degli editor gratuiti per siti web più conosciuti.

Una volta scelto l’editor si è già a buon punto ma i passi da compiere sono ancora numerosi.


Come si procede?


La realizzazione dei siti web prevede necessariamente una fase di progettazione vera e propria che ha lo scopo di determinare in primo luogo quale sarà lo scopo del sito e le sue modalità di funzionamento. In questa fase può essere utile affidarsi a carta e penna. Il consiglio è quello di disegnare, per esempio, una mappa concettuale che contenga le pagine del sito web e i vari collegamenti tra di esse.


Una volta che si hanno le idee chiare su cosa il sito dovrà fare e cosa conterrà si può passare alla progettazione vera e propria: se si è scelto di utilizzare un editor si procede con la creazione della struttura HTML del sito, con l’inserimento del CSS, del codice JavaScript, ecc. Tutti questi passaggi possono essere effettuati anche in locale, senza necessariamente essere online.


La fase di test e la messa online del sito web


La fase successiva è quella di test: permette di verificare che le funzioni del sito web siano corrette e che questo sia in grado di accogliere i visitatori nel miglior modo possibile.


A questo punto si può passare alla scelta dell’hosting e alla messa online. Non è finita qui, però: in realtà, siamo soltanto all’inizio. È da questo momento che bisogna necessariamente dare inizio a una buona strategia di web marketing che permetta di ottenere sempre più visitatori.


Un ultimo consiglio. Aggiorna periodicamente il tuo sito web rendendo la grafica accattivante e utilizzando codici di programmazione che gli permettano di essere al passo con i tempi: ne andrai fiero!


Articolo inviato da Massimo Piccioni. Massimo Piccioni si occupa della realizzazione di siti internet, anche adattabili a dispositivi mobili, posizionamento sui motori di ricerca, SEO, SEM, Web Marketing, Ecommerce, Campagne AdWords.

valentinacoppola
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...