Raffadali, studente prende la madre a martellate

3 anni fa A Raffadali, nell'Agrigentino, uno studente universitario ha colpito la madre a martellate, procurandole profonde ferite alla testa.
La vittima, Giuseppa Mangione, 55 anni, è stata aggredita all'alba dal figlio al culmine di un'accesa discussione, Filippo Cuffaro, 30 anni, disoccupato.
(Continua...)
blogsicilia
nella categoria Cultura e Spettacolo
Altri articoli di possibile interesse:

La madre dell’uovo, di Giulio Laurenti

08/02/2016 11:25 - Leggi La madre dell’uovo, di Giulio Laurenti su GraphoMania. Dubbi e incertezze ci coinvolgono, domande divengono nostre nel romanzo-inchiesta “La madre dell’uovo” di Giulio Laurenti. Il post La madre dell’uovo, di Giulio Laurenti è stato scritto da Susanna Trossero ed è pubblicato su GraphoMania blog magazine della Graphe.it edizioni (robo71)

Madre Teresa diventerà santa. Papa Francesco le ha riconosciuto un miracolo

18/12/2015 12:40 - Madre Teresa, il suo nome era Anjëzë Gonxhe Bojaxhiu, è diventata Beata, grazie a Papa Giovanni Paolo II, il 19 ottobre 2003. Ieri, nel giorno del suo 79.esimo compleanno, Papa Francesco ha confermato che Madre Teresa sarà fatta santa, firmando il decreto che le attribuisce un miracolo. La data della cerimonia di canonizzazione non è ancora stata stabilita, ma molti indicano il 4 settembre 2016, durante il Giubileo della Misericordia. (genuflessa)

Cacciari gela Myrta Merlino su Berlusconi

09/02/2016 14:17 - Cacciari gela Myrta Merlino su Berlusconi Iannozzi Giuseppe Myrta Merlino intervista Silvio Berlusconi.  L’occasione: lo speciale sulle madri. Una lunga intervista, senza interlocutori. Berlusconi parla della madre, a spron battuto, ma più che parlare della madre parla di politica. Lo speciale andato in … Continua a leggere → (iannozzigiuseppe)

Il boom dell'eroina messicana e la strage degli studenti di Ayotzinapa a Iguala

31/12/2015 21:48 - Il filo rosso che lega l'esportazione messicana di eroina (black tar e white tar) e la violenza che vive il paese passa dalla strage di Iguala, in cui la polizia e i narcos in combutta fecero sparire 43 studenti della scuola di Ayotzinapa il 26 settembre 2014 e uccisero 6 persone, e dallo stato del Guerrero, principale produttore di oppiacei e marijuana. L'avido mercato degli stupefacenti negli USA chiude il cerchio. Video intervista al portavoce degli studenti doppiata in italiano alla fine del reportage. (vfabris)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...