EXTRA: il Rugby per rieducare

EXTRA: il Rugby per rieducare

«Il Rugby è diventato una piacevole dipendenza, dalla quale non sono più riuscito ad allontanarmi: l'attività ha iniziato a cambiare la mia vita e, gradualmente, anche la personalità; mi ha fatto diventare altro e, devo dire, che questo cambiamento mi piace!».
La lettera di Bledar, atleta del corso "EXTRA: il Rugby per rieducare", svolto presso la Casa Circondariale di Pesaro-Villa Fastiggi.
---
Pesaro, 3 dicembre 2016

Da nove mesi, ogni sabato, gli Allenatori del “Team Rugby Extra” fanno chilometri e chilometri per arrivare in carcere e allenarsi insieme a noi, lasciando ogni altro impegno; non ho le parole giuste per ringraziarli e scrivo ciò anche a nome dei miei Compagni.
Come molti dei ragazzi, mi sono iscritto al corso per passare un po' di tempo fuori dalla cella, lontano dalla monotonia che ogni giorno riempiva la mia anima di rabbia.
Con il passare del tempo, il Rugby è diventato una piacevole dipendenza, dalla quale non sono più riuscito ad allontanarmi: l'attività ha iniziato a cambiare la mia vita e, gradualmente, anche la personalità; mi ha fatto diventare altro e, devo dire, che questo cambiamento mi piace!

Ho iniziato a pensare diversamente, guardando le cose in modo nuovo, per merito di una disciplina che prima non conoscevo e per il lavoro dei Tecnici che, oltre all'allenamento, ci sostengono pure moralmente
Così, nelle tre ore che passiamo insieme sul campo, non ci fanno sentire detenuti, ma semplici sportivi che si riuniscono per divertirsi con una partita di Rugby; ho trovato la mia strada e tante altre persone insieme a me!
Questo percorso, diventato esperienza, mi guiderà per il futuro e farò in modo di trasmetterlo ad altre persone, perché meraviglioso; mi ha guidato e lo farà anche fuori dalle mura del carcere, visto che ho deciso di avviare un corso di addestramento nel mio paese d'origine, l'Albania.
Ringraziarvi come si deve è molto difficile, anzi quasi impossibile, in un momento del genere; forse il modo migliore è quello di essere sempre in campo con voi e andare avanti nel modo che ci avete insegnato; avete lasciato una grande traccia nelle nostre vite e, sicuramente, gradirete che noi si faccia lo stesso con altri.
A Beppe, Pier Paolo, Alberto, Davide, Vittorio, Andrea, Ernesto e tutti gli altri collaboratori, ancora Grazie; ai Compagni dico che ho sfruttato questa possibilità per esprimere un piccolo ringraziamento collettivo, ma quando arriverà il prossimo fischio d'inizio, entriamo in campo e mettiamocela tutta!
Ci sentiamo presto!
Bledar P.
---
#CorsoRugbyExtra #PerMetasAdMetam #ExtraTeam #Insieme #PesaroRugbyExtraTeam #CasaCircondarialePesaro #Rugby #ProgettoRugbyExtra #LoveRivals #TerzoTempoRistretto #SocialRugby #EXTRA_ilRugbyPerRieducare

Giuseppantonio [Giuseppe] De Rosa
nella categoria Sport
Attendere...