ITALIA IN 4D, UN MAGAZINE RACCONTA I PRIMI 4 DECENNI DEL DOPOGUERRA

68 voti

3 anni fa - Mentre i grandi network si apprestano al lancio di nuove trasmissioni in alta definizione e in 3D, Rai Storia rilanci  e propone  “l’Italia  in 4D”: un nuovo magazine per raccontare l’Italia degli anni Cinquanta, Sessanta, Settanta e Ottanta, ovvero i 4 decenni ... (Leggi l'Articolo)

9colonne
inviata da: 9colonne - Categoria: Cronaca - Fonte: http://feedproxy.google.com

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Silenzi. Due racconti

Leggi Silenzi. Due racconti su GraphoMania. Il silenzio assume mille forme: i silenzi fanno volare la fantasia, come le correnti ascensionali portano in alto i falchi. Il post Silenzi. Due racconti è stato scritto da Graphe.it ed è pubblicato su GraphoMania blog magazine della Graphe.it edizioni (robo71)

Matteo Garrone a Cannes con il suo 'Il racconto dei racconti'

Primo italiano in concorso al festival di Cannes con un fantasy che rivisita le fiabe gotiche di Giambattista Basile. (wonderland)

130 esimo anniversario dell’Hospitalitè

La storia ci insegna che, fin dal 1874 e nei primi decenni successivi alle apparizioni della Vergine Maria a Bernadette, le persone malate partecipa­no ai pellegrinaggi a Lourdes. Subito dunque si fece sentire la necessità di “braccia robuste” per occuparsi di esse. È così che nacque l’Hospitalité Notre Dame di Lourdes, il cui statuto canonico, ... (volontaridilourdes)

Comuni rinnovabili: l’Italia è verde

L’Italia è un paese sempre più verde per quanto riguarda l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili. A dirlo è il rapporto Comuni Rinnovabili 2015 diffuso da Legambiente, un dossier con un’approfondita mappatura delle fonti non esauribili utilizzate nel territorio italiano.   Lo scenario nazionale Il primo dato che emerge dal rapporto è quanto sia cambiato l’utilizzo dell’energia nel nostro paese. Secondo i dati di Legambiente negli ultimi dieci anni i consumi di energia sono calati del 2,3%, rispetto ad una crescita complessiva del 28,7% nel decennio precedente. Una forbice del 31% causata in gran parte dalla contrazione dovuta alla crisi economica in atto. Ancora più significativo il calo dell’utilizzo dell’energia termoelettrica, sceso del 34,2% nell’ultimo decennio. Se la crisi spiega questa contrazione, sono però le fonti rinnovabili a contribuire al cambiamento maggiore, quello relativo al mix energetico nazionale. Dal 2005 ad... (investinelsole)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...