Il traffico di abiti usati e donati

Il traffico di abiti usati e donati

Per mesi, a partire dal dicembre 2014, senza autorizzazione da parte dei Comuni, hanno affisso in numerosi centri delle province di Gorizia, Udine e Trieste, volantini intestati “Aiuto Italia” e “Partito dei poveri”, che chiedevano ai cittadini a donare capi d’abbigliamento e accessori in buono stato per finalità umanitarie e per prestare aiuto e assistenza agli “italiani in difficoltà”. Poi, a bordo di un furgone, impiegando a turno e in cambio di una misera ricompensa 16 persone di nazionalità pakistana e afghana, tutti richiedenti asilo politico, domiciliati a Trieste, ritiravano i sacchi di indumenti lasciati fuori dalle abitazioni, e li mettevano subito dopo in un deposito, nascosto e ben sorvegliato, a San Giorgio di Nogaro, in provincia di Udine.

Altri dettagli
mp37vi
nella categoria Cronaca
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...