Riforme sbagliate

Riforme sbagliate

Le «modifiche» sono state prospettate come un problema personale del Presidente del Consiglio e le norme sono state approvate da una parte «minoritaria» dei membri del Parlamento eletti nel 2013 e dichiarati «illegittimi» dalla Corte Costituzionale e questo è un problema insuperabile. La domanda di fondo, al di là del quesito referendario è se dobbiamo continuare ad avere una Repubblica parlamentare o affidarci a norme scoordinate che non configurano né una Repubblica parlamentare né una Repubblica presidenziale, una Repubblica «incerta» che non può funzionare, un ibrido pericoloso per la democrazia.

Altri dettagli
mp37vi
nella categoria Politica
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...