Il formicaio-cervello

46 voti

36 mesi fa - LA VOCE DEL MASTER – Quale è l’animale più sociale? Probabilmente la prima risposta che viene in mente è l’uomo. Ma non siamo certo gli unici a vivere in compagnia. Avere un’intensa vita collettiva è una delle innumerevoli caratteristiche che abbiamo in comune con altre specie animali, per lo più grandi mammiferi. Eppure anche altri esseri viventi, a volte molto piccoli come gli insetti, hanno una vita sociale molto articolata e gerarchicamente organizzata. Questi piccoli animali sembrano smentire una teoria teoria condivisa da molti scienziati , secondo cui per sviluppare la socialità serve un cervello grande. Un recente studio condotto dal ricercatore Andre Riveros dell’Università dell’Arizona e pubblicato sul numero di febbraio della rivista Animal Behaviour avanza però una spiegazione affascinate in accordo con l’ipotesi del Big Brain. (Leggi l'Articolo)

oggiscienza
inviata da: oggiscienza - Categoria: Scienza... - Fonte: http://oggiscienza.wordpress.com

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Delusioni d’amore, il nostro cervello è strutturato per superarle

Gli studi sul cervello umano portano puntualmente a galla nuove acquisizioni. Alcune di queste possono destare qualche stupore, mentre altre, invece, sembrano scoperte tutt’altro che sbalorditive, almeno se ci si limita a leggere solo... (relane)

Scienza: Cervello, individuata l’area dove nasce il “piano B”

Milano – Il “piano B” nasce in una regione precisa del cervello, la corteccia prefrontale mediale, quando siamo ancora concentrati su un’altra strategia, già alcuni minuti prima che il cambio di piano avvenga davvero. Lo rivela uno . . . → Leggi (buongiornoslovacchia)

Bambini nati da famiglie ricche hanno il cervello più grande

Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology americano e della Harvard University di Boston su 58 scolari tra 12 e 13 anni, sottoposti a risonanza magnetica e a test di apprendimento, rivela che bambini cresciuti in condizioni economicamente migliori hanno un cervello più grande.    Un ambiente domestico ricco di stimoli e possibilità può significativamente influenzare, nella prima infanzia, l'anatomia della corteccia cerebrale, più sviluppata nei bambini ricchi.   (mammedomani)

Castan: “Incubo finito. Pensavo di morire, tornerò per lo scudetto” (VIDEO)

L’incubo è quasi finito. Leo Castan ha ripreso ad allenarsi con la Roma dopo il delicato intervento al cervello e a breve otterrà l’idoneità dai medici per riprendere l’attività agonistica. Intanto in esclusiva a Il Tempo racconta la paura degli ultimi mesi, l’operazione e la […] (laromasiamonoi2011)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...