Sequestro e risarcimento: cosa ha deciso il giudice per Il Casalese oggi

52 voti

3 anni fa - Attendevamo con ansia un verdetto, ci è arrivato un qualcosa che non è un verdetto ma non è nemmeno una condanna. Insomma, il giudice che aveva in mano il destino de Il Casalese e doveva stabilire se accettare o no (con il criterio dell’urgenza ex articolo 700) il sequestro e la distruzione del libro-inchiesta di [...]Sequestro e risarcimento: cosa ha deciso il giudice per Il Casalese oggi da: giornalisticamente (Leggi l'Articolo)

ciropellegrino
inviata da: ciropellegrino - Categoria: Cronaca - Fonte: http://www.giornalisticamente.net

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

INCHIESTA CASALESI: SEQUESTRATI 1,8 MILIONI ALLA FAMIGLIA DI DI TELLA

L’AQUILA - Beni per un valore di 1,8 milioni di euro sono stati sequestrati dai Finanzieri del Comando Provinciale dell’Aquila nell’ambito dell’operazione “Dirty Job”, in applicazione della normativa antimafia, a imprenditori edili casertani. Si tratta di beni riconducibili ad Alfonso Di Tella, di origine casertana ma da anni residente nel capoluogo abruzzese, e ai suoi familiari, finiti al centro dell’inchiesta portata a termine a giugno 2014, che ha consentito di riscontrare un’infiltrazione nel tessuto aquilano di imprese edili aventi elementi di possibile contiguità con il clan dei Casalesi. Gli imprenditori coinvolti sono accusati di contiguità con il clan per accaparrarsi appalti per... (abruzzoweb)

Fondi investimento. Enna: Banca e promotore condannati al risarcimento

La Banca Fideuram ed il suo promotore finanziario sono stati condannati al risarcimento dei danni quantificato in 6.746 euro oltre agli oneri connessi ed al pagamento delle spese di giudizio valutabile in 3.195 euro dal giudice del Tribunale di Enna, Davide Giovanni Capizzello, nei confronti di una coppia di coniugi ennesi S.B. di 74 anni […] (vivienna)

La Cassazione dice no alle cause che hanno un valore di pochi euro. Intasano la giustizia

Sicuramente le cause di scarso valore contribuiscono a ingolfare la già di per sé lenta macchina giudiziaria. E di certo non aiutano il sistema giustizia a uscire da una situazione di cronica emergenza. Eppure anche le cause di valore molto modesto potrebbero finire nelle aule della Suprema Corte. Nel 2007 ad esempio la Cassazione dovete decidere in merito a una richiesta di risarcimento danni che i parenti di un defunto avevano rivolto al prete che aveva sbagliato l'orario della messa funebre nonostante avesse percepito un compenso di 10 euro. Una cosa di poco conto eppure il caso era finito nelle aule della Suprema Corte (Vedi: Cassazione: prete sbaglia orario della messa funebre? Niente risarcimento ai parenti) E di casi di questo tipo ce ne sono davvero tanti. Ora gli Ermellini sembrano aver deciso di correre ai ripari. Dopo essere stati chiamati a decidere in merito a una controversia in cui l'oggetto del contendere aveva un valore davvero irrisorio hanno deciso di respingere... (forodinapoli)

Sharks, sul campo dell’Arvalia senza De Stefanis e Marco Casalese

Forse non è ancora passata la “sbornia” dei festeggiamenti, ma diventa necessario ritrovare la concentrazione... continua » (romanordnews)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...