Gli omaggi al regime di Castro uno sfregio alla democrazia

Gli omaggi al regime di Castro uno sfregio alla democrazia

Nella seconda metà del XX secolo era obbligatorio — da parte dei commentatori delle vicende pubbliche — condannare con veemenza i crimini dei nazisti ma non lo era — anzi, poteva suscitare il sospetto di filofascismo — fare la stessa cosa con i crimini dei comunisti (variante sovietica o variante maoista che fosse): gli ammazzati dalla sinistra, per molti, valevano meno degli ammazzati dalla destra. Il giudizio positivo sull’Urss veniva esteso, nello spirito della suddetta clausola, a tutte le rivoluzioni di ispirazione analoga. Si noti che questa usanza non era praticata solo all’interno del mondo comunista, come sarebbe stato normale. Anche molti non comunisti (spesso per tema di essere tacciati di criptofascismo dagli esponenti del suddetto mondo) usavano due pesi e due misure.

Altri dettagli
mp37vi
nella categoria Politica
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...