Curarsi con la medicina alternativa: La Riflessologia Plantare

Curarsi con la medicina alternativa: La Riflessologia Plantare

Mal di schiena, disturbi del sonno, cefalea ed emicrania sono ormai i nemici della nostra salute.

Posture sbagliate, stress, cattiva alimentazione e poca attività fisica spesso compromettono il nostro benessere e noi cosa facciamo…? Ricorriamo ai farmaci!

Purtroppo non lo vogliamo ammettere ma è così: pur di non sopportare il dolore, o un piccolo malessere preferiamo metterlo a tacere….e in che modo? Con sostanze chimiche, intossichiamo insomma il nostro organismo.

I farmaci apparentemente possono aiutarci a stare meglio nell’immediato, ma non fanno altro che procurarci danni a lungo termine: insomma ingerendo medicinali non risolviamo i nostri problemi di salute, attacchiamo la causa ma non l’origine del problema.

E’ bene chiedersi invece a che cosa sono dovuti i nostri problemi di salute, il più delle volte infatti un disturbo comune è un campanello d’allarme di una patologia o in generale di una sofferenza dell’organismo: il dolore ci informa che qualcosa non sta andando nel verso giusto, è una spia da non sottovalutare, non basta metterla a tacere.

Alla base di tanti disturbi c’è solitamente uno squilibrio dell’organismo, una disarmonia.

Se la medicina occidentale punta a “curare” il male, il principio base della medicina orientale invece è “prevenire” e puntare ad un riequilibrio generale dell’organismo.

Questo è uno dei principi base della Riflessologia Plantare, che si propone di aiutare il corpo a guarire con metodi del tutto naturali, lavora sulle disarmonie energetiche così da stimolare la capacità di recupero dell’organismo.

Con il Corso Base di Riflessologia Plantare gli allievi di Sarah Geslot, riflessologa e Docente di Riflessologia Plantare e Medicina Cinese, hanno potuto apprendere le tecniche manuali per la stimolazione di zone riflesse del piede, nell’ottica di un vero e proprio trattamento riflessologico.

Ma è soltanto con il Livello Avanzato del Corso, conclusosi Domenica 12 Febbraio, che si è lavorato in modo approfondito sui punti riflessi di organi e apparati.

Pratica e Teoria dunque, che ha consentito ai corsisti di apprendere anche nozioni di Medicina Cinese: grande spazio è stato dato all’analisi dei fattori che possono portare ad uno stato precario di salute. Tra le cause di instabilità sono riportati anche gli stati emotivi non controllati, quali le emotività.

La Medicina Cinese ha l’obiettivo infatti di insegnare all’uomo a mantenersi in equilibrio, ai primi segni di squilibrio essa insegna che qualcosa non fluisce armoniosamente: a questo punto è necessario impostare un “prontuario terapeutico” ovvero cercare di ripristinare la condizione di buona salute su più fronti, come una corretta alimentazione o rimedi fitoterapici.

Ma per saperne di più dovremo aspettare il 6/7 Maggio: ne parleremo ancora al Corso di Medicina Cinese, si approfondirà la concezione energetica cinese, parleremo ancora di malattia e vedremo come avere a nostra disposizione consigli e soluzioni per creare un prontuario terapeutico contro i disturbi più comuni.

Per informazioni e iscrizioni ai nostri corsi  potete contattare il 3201877420, scrivere via mail su piucorsi@gmail.com o consulentare il nostro Calendario Corsi.

Vi aspettiamo!

Maggiori informazioni
cfs2016
nella categoria Salute
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...