Spetta un risarcimento se la cessione del quinto è rinnovata prima di due o quattro anni. E' una grave violazione dell'art. 39 dpr 180/1950. Così ha deciso l'arbitro bancario finanziario

Spetta un risarcimento se la cessione del quinto è rinnovata prima di due o quattro anni. E' una grave violazione dell'art. 39 dpr 180/1950. Così ha deciso l'arbitro bancario finanziario

Il risarcimento può essere chiesto per tutte le cessioni del quinto e delegazioni di pagamento stipulate negli ultimi 10 anni. 

Questo discende da una importante e recente Decisione del Collegio di Coordinamento dell’Arbitro Bancario Finanziario. 

Il rinnovo di cessioni del quinto o delegazioni di pagamento prima che siano trascorsi almeno i due quinti della durata del finanziamento rappresenta una grave violazione del D.P.R.n. 180/1950, secondo cui:

E’ vietato di contrarre una nuova cessione prima che siano trascorsi almeno due anni dall’inizio della cessione stipulata per un quinquennio o almeno quattro anni dall’inizio della cessione stipulata per un decennio.."

Questa violazione è stata sanzionata con un RISARCIMENTO a favore del cliente...

Altre informazioni
indebitibancari
nella categoria Economia
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...