Addio a Chuck Berry, con lui muore il rock 'n' roll

Addio a Chuck Berry, con lui muore il rock 'n' roll

È stato un custode a trovarlo privo di sensi e ad avvertire la polizia della Contea di St. Charles, nei pressi di Saint Lousis. I tentativi di rianimarlo sono stati inutili. Così, alle 13:26 ora locale, Charles Edward Anderson Berry, Chuck, è stato dichiarato morto. Aveva compiuto 90 anni lo scorso 18 ottobre.

Chuck Berry, da sempre, è stato ritenuto uno dei fondatori del rock 'n' roll ed è stato il primo ad affermarsi come cantante e chitarrista, oltretutto di colore, emulato dagli altri perfomer bianchi che hanno poi dominato la scena musicale americana e non solo.

Alcuni dei successi di Berry come Johnny B. Goode, Roll Over Beethoven, Sweet Little Sixteen, Maybellene, Memphis sono da considerarsi canzoni senza tempo, tra le più belle mai scritte nello scorso secolo.

A questo, va aggiunta l'influenza che Chuck Berry ha esercitato su molte star e tra queste Paul McCartney, John Lennon, Keith Richards... per non parlare di Bruce Springsteen!

Bob Dylan lo definì "lo Shakespeare del rock 'n' roll". Di lui John Lennon disse che se si dovesse trovare un altro nome da dare al rock 'n' roll, si dovrebbe chiamarlo Chuck Berry.

Chuck Berry è morto cinque mesi dopo aver annunciato l'intenzione di pubblicare un nuovo album nel 2017 - con materiale in gran parte originale - dal titolo "Chuck", dedicato a sua moglie di 68 anni, Themetta "Toddy" Berry.

Questa la dedica che Berry le fece in occasione del suo 90° compleanno: «Mia cara, sto invecchiando! Ho lavorato a questo disco per tanto tempo. Ora posso appendere le scarpe al chiodo!»

Romolo Dettori
nella categoria Cultura e Spettacolo
Attendere...