Le nomine di Enav, Enel, Eni, Leonardo e Poste Italiane sono state decise in base a motivazioni tecniche o politiche?

Le nomine di Enav, Enel, Eni, Leonardo e Poste Italiane sono state decise in base a motivazioni tecniche o politiche?
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

I nominativi che compongono le liste per il rinnovo degli organi sociali di Enav, Enel, Eni, Leonardo e Poste Italiane sono stati individuati secondo una procedura di selezione, svolta - in linea con quanto disposto dalla Direttiva del Ministro dell’economia e delle finanze sulle procedure di individuazione dei componenti degli organi sociali delle società partecipate dal Ministero – con il supporto di primarie società di consulenza per la selezione e il reclutamento manageriale (Eric Salmon & Partners, Korn Ferry, Spencer Stuart), sulla base di criteri di professionalità e secondo prassi di uso comune di mercato.

Questo è quanto dichiarato in un comunicato stampa del MEF in merito alle nomine dei nuovi componenti dei consigli di amministrazione di Enav, Enel, Eni, Leonardo e Poste Italiane.

Curiosamente, però, a sostituire l' "ingegnere" Mauro Moretti a Finmeccanica (oggi Leonardo) è stato chiamato Alessandro Profumo, ex presidente di Banca Monte dei Paschi di Siena e amministratore delegato del gruppo Unicredit per tanti anni. Profumo è sicuramente un manager, ma la sua esperienza di manager è relativa solo al settore finanziario. In pratica, Profumo è un banchiere. Che cosa ne sa un banchiere di un'industria che opera nei settori aerospaziale, difesa e sicurezza non è una domanda assurda.

Lo stesso si potrebbe dire di Matteo Del Fante, fiorentino, che andrà a sostituire Caio alle Poste. Ma in quel caso, l'ennesimo esperto di banche può essere giustificato dal fatto che le Poste ormai operano in molti settori oltre alla distribuzione e tra questi anche quello dei servizi finanziari.

Più logica la candidatura di Roberto Scaramella all'Enav, considerati i precedenti che lo hanno visto operare come manager nel settore aeronautico.

Sulle precedenti candidature pesa, come al solito, il sospetto che le ragioni politiche abbiano avuto il sopravvento su quelle tecniche. Se lo chiedono i 5 Stelle ipotizzando addirittura un intervento di Renzi in tal proposito.

Vero o no, Padoan è chiamato spiegare tramite quali procedure si sia arrivati a tali nomine.

mario_falorni
nella categoria Politica
Attendere...