Esce Bob, l'app per essere aggiornati sulle iniziative del Partito Democratico

Esce Bob, l'app per essere aggiornati sulle iniziative del Partito Democratico

Dal 30 maggio è disponibile sia per iOS che per Android la app del PD, prima tappa del progetto BOB. Una volta scaricata, quali saranno i vantaggi per l'utente? A partire dal 31 maggio, tutte le mattine alle 9 sarà possibile seguire la rassegna stampa di quanto hanno pubblicato sulle loro pagine i quotidiani sul PD e non solo.

A partire dal 5 giugno, alle 18.30, tutti i giorni dal Nazareno potrete seguire gli approfondimenti in Terrazza sui principali argomenti dell’attualità.

Ad inaugurare le "trasmissioni", manco a dirlo, è stato Matteo Renzi. Il primo appuntamento del pomeriggio sarà invece condotto da Marco Minniti e riguarderà la sicurezza.

Per ora, quello che è stato definito il progetto BOB, è una specie di televisione promozionale che riporta su un'app realizzata ad hoc quello che già si sarebbe potuto vedere su facebook o youtube... ma vuoi mettere!

Come si svilupperà in futuro e quali saranno le altre funzionalità è ancora da capire. Nella sua enews, Matteo Renzi ha affermato che Bob "ha bisogno dell’aiuto di tutti, a cominciare dall’individuazione di un responsabile digitale per ognuno dei seimila circoli del PD.

Con il responsabile dell’organizzazione, Andrea Rossi, nei prossimi giorni coinvolgeremo i singoli animatori territoriali. Coniugare la più forte rete di iscritti con una innovativa presenza digitale è la scommessa del nuovo PD."

Inutile dire che il PD risente di un gap generazionale notevole, rispetto ai 5 Stelle. Il Partito Democratico, nonostante il giovalinismo renziano, non riesce a comunicare con i giovani e a votarlo sono soprattutto i vecchi. Quindi, ecco l'app che dovrebbe inglobare i contenuti propagandistici prodotti dal segretario e dalla sua corte in un mezzo, l'app per smartphone, che dovrebbe catturare di più un pubblico giovanile.

Evidentemente, la fantasia non manca ai dirigenti del PD, il cui attivismo - vedi anche la propaganda degli spazzini democratici della domenica - non fa che aumentare il sospetto che il voto delle politiche, come molti dicono e anche paventano, sarebbe fissato tra settembre ed ottobre.

Per chi si volesse dilettarsi nel vedere Matteo Renzi giocare a fare il giornalista da rassegna stampa, può guardarsi il video sottostante. Buon divertimento!

Roberto Castrogiovanni
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...