Elon Musk ovvero come raggirare clienti e investitori e vivere felici

Elon Musk ovvero come raggirare clienti e investitori e vivere felici

Come lo vogliamo chiamare? Mago del raggiro? Pifferaio magico? Senza voler essere offensivi, è un dato di fatto che il mitico Elon Musk fondi il successo (o presunto tale) delle sue aziende anche (se non soprattutto) sulla sua capacità comunicativa, che gli consente di far credere a chiunque lo ascolti che l'ottone sia oro e che un pezzo di carbone sia più o meno una lamina d'acciaio.

Come spiegare altrimenti che le azioni di Tesla questo giovedì siano salite del 7,2 per cento, nonostante la sua azienda sia in perdita e che questa perdita quasi certamente aumenterà nei prossimi mesi.

Ma a Musk è stato sufficiente pronunciare solo poche parole magiche per ottenere questo effetto: Model 3, 1.800 ordini giornalieri ricevuti dal momento dell'annuncio della sua disponibilità, trimestrale da record... e tutto questo è stato ritenuto assolutamente più che sufficiente per dimenticarsi dei 2 miliardi di dollari fin qui spesi da Tesla per la nuova auto elettrica di fascia bassa solo nel 2017 e gli altri 2 che verranno spesi entro fine anno.

A questo punto qualcuno però potrebbe far notare che, in fondo, la Model 3 è uscita e adesso Tesla potrà iniziare le vendite, cominciando così a far cassa e a rifarsi delle perdite.

A Fremont, nella sede di Tesla, lo stess Musk ha dato l'annuncio della disponibilità della Tesla Model 3 nella sua versione base, quella che al pubblico costerà 35mila dollari, consegnandone i primi 30 esemplari ai fortunati... dipendenti di Tesla che l'avevano ordinata.

Ma da lunedì scorso questa vettura ha iniziato ad essere in consegna per tutti i clienti che l'avevano richiesta? No! La Model 3 entry level da 35mila dollari, cui ne vanno aggiunti altri 1.500 per l'installazione casalinga del sistema di ricarica (per non dire dei quasi 10mila necessari ad implementare l'autopilota nel caso uno fosse interessato), non è ancora disponibile al pubblico.

Solo la versione più costosa, quella da 49mila dollari ed una capacità di percorrenza quasi doppia con una sola ricarica, inizierà ad essere distribuita nel mese di agosto, ma solo in quantità limitate e unicamente ai dipendenti Tesla.

I clienti "veri" potranno iniziare a ricevere le Model 3 da 35mila dollari solo a partire da fine novembre, mentre quelle da 49mila dollari dovrebbero essere disponibili un mese prima.

Eppure tutti, ma proprio tutti, dicono che la Model 3 adesso è finalmente uscita. E come dargli torto... in fondo se lo ha detto Musk deve pur esser vero!

Manolo Serafini
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...