Baby Boss, arriva in sala una spassossima storia per famiglie. La nostra recensione in anteprima!

Baby Boss, arriva in sala una spassossima storia per famiglie. La nostra recensione in anteprima!
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Arriva nelle sale italiane l’ultima fatica della Dreamworks: Baby Boss, campione di incassi assoluto negli Usa. Tom Mcgrath, già regista dei tre Madagascar e di Megamind, confeziona una spassossima storia per famiglie, che diverte dall’inizio alla fine e riesce anche a farci riflettere.

Tim, un bimbo di 7 anni amato e coccolato dai suoi genitori, vede all’improvviso sottrarsi l’amore e le attenzioni a causa dell’arrivo di un nuovo fratellino, che da subito si rivela essere un neonato egocentrico e accentratore. Indossa un completo da manager e possiede una 24 ore.

Ben presto Tim, aiutato dalla sua incredibile immaginazione, smaschererà la vera identità del pupo, e farà fronte comune con lui per salvare il mondo dei bambini dalla minaccia rappresentata dai “terribilissimi” cuccioli. E alla fine, imparerà anche quanto sia bello avere qualcuno con cui condividere l’amore.

Baby Boss, la cui regia è stata curata da Tom Mcgrath, nella versione originale ha utilizzato come voci per i suoi personaggi attori del calibro di Alec Baldwinm, Steve Buscemi e Lisa Kudrow.

Ulteriori informazioni
silenzioinsala
nella categoria Cultura e Spettacolo
Attendere...