I Dispositivi di Protezione Individuale

I Dispositivi di Protezione Individuale
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr

Si considera "lavoro in quota" un attività lavorativa che espone la persona al rischio di caduta da una quota posta a un'altezza superiore ai 2 metri rispetto a un piano stabile.

Quando la distanza supera i 2 metri il lavoratore deve proteggersi per evitare la caduta tramite dispositivi protezione collettiva e individuale: DPI (Dispositivi di Protezione Individuale). Questi DPI devono essere scelti in base al tipo di lavoro svolto e all'altezza.

Anticaduta

L'anticaduta è l'insieme degli elementi e delle procedure da utilizzare per prevenire o limitare una caduta dall'alto, impedendo la collisione della persona con il suolo o con eventuali ostacoli presenti sulla sua traiettoria, e per ridurre il più possibile l'impatto della forza d'arresto trasmessa al suo corpo in caduta libera.

Per l'arresto in sicurezza di una caduta è indispensabile considerare alcuni elementi:

La forza di arresto trasmessa al corpo; Un punto di ancoraggio strutturale; Un adeguato tirante d'aria; L'eventuale effetto pendolo.


La trattenuta

La trattenuta è una tecnica di lavoro che impedisce a chi lavora in quota di raggiungere zone pericolose non sicure in cui si è esposti a l potenziale rischio di caduta.

L'attrezzatura che va utilizzata è composta da un cordino di trattenuta e posizionamento di lunghezza tale da consentire al lavoratore di muoversi entro un area di sicurezza definita, e di impedirgli di raggiungere la zona di caduta; un punto di ancoraggio; una imbracatura con cintura di posizionamento sul lavoro.


Posizionamento sul lavoro

Il posizionamento sul lavoro è una tecnica di lavoro con cui il lavoratore è in posizione stabile e con le mani completamente libere sostenuto sulla postazione di lavoro con un cordino di posizionamento in tensione e un imbracatura con cintura di posizionamento.

Questa tecnica di lavoro viene usata quando non è disponibile una adeguata superficie di appoggio. Se la situazione di lavoro esclude un potenziale rischio di caduta, oppure sono presenti adeguate protezioni collettive e il lavoratore ha i piedi in appoggio, è sufficiente l'impiego di una cintura di posizionamento con il relativo cordino. Se la condizione di lavoro presuppone invece un rischio di caduta, deve essere previsto un adeguato sistema anticaduta, una imbracatura con punti di ancoraggio e cintura di posizionamento oltre ad un cordino di posizionamento.

Lavoro in sospensione

Il lavoro in sospensione è una tecnica per potere accedere a luoghi di difficile accesso o luoghi dove non è possibile utilizzare scale o ponteggi.

Il lavoratore raggiunge la postazione di lavoro utilizzando dispositivi di ascensione e lavora assicurato a due funi a loro volta collegate a un imbracatura anticaduta con gli appositi cosciali.

Soccorso e recupero

Quando si imposta un programma di lavoro in quota è necessario prevedere un apposito piano di salvataggio e definire le procedure e le tecniche di soccorso da utilizzare in caso di emergenza, così da fornire assistenza in maniera tempestiva al lavoratore infortunato.

I dispositivi impiegati sono normalmente omologati per due persone e permettono di evacuare sia l'infortunato che il soccorritore calandoli a terra ad una velocità di discesa controllata.

egolem
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...