Stato di polizia in Francia

Stato di polizia in Francia

Il governo annuncia il divieto di manifestare mentre la polizia è libera di uccidere e mutilare nei quartieri come nelle mobilitazioni di piazza.

Hollande considera l’ incontro con l’unione inter-sindacale “una perdita di tempo”, questa dichiarazione è stata fatta alla vigilia della manifestazione del 14 giugno. Il 15 giugno il governo ha informato il fronte sociale che si oppone alla Legge sul Lavoro del proposito a non autorizzare le prossime manifestazioni «se la sicurezza dei beni e delle persone non vengono garantite».

Senza una parola per la massa dei feriti a causa delle violenze poliziesche in piazza, il primo ministro Valls ha chiesto alla CGT di non organizzare più manifestazioni a Parigi, ritenendo i sindacati responsabili dei “disordini” e dei “danni” causati dai “casseurs”. Quello che in realtà è accaduto, il 14 giugno come nelle precedenti mobilitazioni, sono decine di migliaia di manifestanti, tra i quali anche la base dell’unione intersindacale, in particolare i ferrovieri ed i portuali CGT, che hanno respinto le cariche della polizia insieme agli studenti, agli intermittenti ed ai precari che abitualmente compongono una sempre più imponente testa dei cortei.

La CGT respinge al mittente le richieste di «un governo alla frutta» e considera “inaccettabile” la minaccia di vietare le manifestazioni. Un governo che difende le vetrine, più importanti delle persone lasciate a terra in coma, dei manifestanti finiti in urgenza all’ospedale con crani fratturati dalle manganellate o con gli arti spappolati da grappoli di granate e tiri continui di flashball ad altezza uomo.

In realtà il divieto di manifestare è già in atto da mesi. La libertà di esprimere il proprio dissenso in piazza, di scioperare e di denunciare le violenze della polizia viene cancellata ad ogni manifestazione brutalmente repressa. Il bilancio dell’ultima manifestazione è di una sessantina di fermi e una quarantina di arresti mentre centinaia di feriti si aggiungono ad altre precedenti centinaia e le persone mutilate a vita sono ormai decine.

Maggiori informazioni
protheus
nella categoria Esteri
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...