LEGGE ELETTORALE, ORLANDO: "METTIAMO DA PARTE MATTARELLUM, VISTO CHE GLI ALTRI NON SONO D’ACCORDO"

LEGGE ELETTORALE, ORLANDO: METTIAMO DA PARTE MATTARELLUM, VISTO CHE GLI ALTRI NON SONO D’ACCORDO
“intanto se il Pd iniziasse a dire cosa vuole…”. Roma, 20 mar.– “Non serve innamorarsi di una legge, bisogna farne una insieme.
Il comune denominatore è il premio di governabilità: si tratta solo di capire quale sia la soluzione che può mettere insieme più consensi in Parlamento”.
Parola del Guardasigilli e candidato alle primarie del Pd Andrea Orlando che, in una intervista al Qn, spiega che “il primo passo è togliersi dal Mattarellum visto che gli altri non sono d’accordo.
Poi si può cominciare a ragionare sui modelli di premio di lista o di maggioranza”.
In questo senso, aggiunge, “un punto di partenza” può essere “un’ipotesi di legge con premio a una lista e i collegi uninominali”. Secondo Orlando il punto è che “bisogna evitare di costringere ad alleanze, dopo le urne, forze che hanno chiesto i voti per ipotesi di governo alternative.
Si rischierebbe di creare un cortocircuito.
Diverso è costruire, dopo il voto, una coalizione tra forze di uno stesso campo che hanno articolato...
Altri dettagli
ilmonito
nella categoria Politica
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...