Parcheggiare a Roma non è mai stato così facile con ParkAppy, ora integrato con Apple Pay

Parcheggiare a Roma non è mai stato così facile con ParkAppy, ora integrato con Apple Pay

XAOS, sviluppatore di eccellenza sulla scena tecnologica italiana, rende disponibile un aggiornamento di ParkAppy, l’app destinata al pagamento della sosta sulle strisce blu. L’aggiornamento aggiunge l’integrazione con Apple Pay, il sistema di pagamento di Apple da oggi disponibile anche in Italia.

ParkAppy è un sistema innovativo di pagamento parcheggio che funziona senza anticipi o iscrizioni e che dialoga con i terminali elettronici di ogni operatore della sosta. Con ParkAppy non c’è più bisogno delle classiche monetine ed è possibile gestire liberamente la sosta prolungandola o interrompendola, pagando solo i minuti effettivi di parcheggio con la propria carta di credito e da oggi anche con la comodità e la sicurezza di Apple Pay.

Sicurezza e privacy sono caratteristiche fondamentali per Apple Pay. Quando si effettua un pagamento con carta di credito o di debito attraverso Apple Pay, i numeri di carta non vengono mai memorizzati sul dispositivo utilizzato né sui server Apple. Al contrario, viene assegnato un codice univoco crittografato chiamato Device Account Number che viene  salvato in sicurezza nel Secure Element del proprio dispositivo.

 “Apple Pay migliora l’usabilità e la sicurezza sia per gli utenti che per gli esercenti. XAOS, come integratore tecnologico, è da sempre impegnato nel mondo dell’e-commerce attraverso applicazioni mobile usate da milioni di utenti. Siamo felicissimi di poter adottare Apple Pay dal momento del suo lancio in Italia” ha dichiarato Marco Del Bene, Head Marketing di XAOS.

Per maggiori informazioni su Apple Pay, visita: https://www.apple.com/apple-pay/

Per maggiori informazioni su ParkAppy, visita: http://www.xaos.it/parkappy

girovaga
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...