Il calcio è strano. Lo ripetiamo sempre, ma spesso ce ne dimentichiamo

Il calcio è strano. Lo ripetiamo sempre, ma spesso ce ne dimentichiamo

Erano una specialità di Del Piero e adesso sono diventati una specialità di Insigne. Nell'intervallo tra Del Piero e Insigne, li avevamo visti fare, seppure dalla parte opposta, a Robben.

Che cosa sono? Dei gol incredibili che si infilano sul palo opposto (preferibilmente all'incrocio) da dove è stato effettuato il tiro, aggirando il portiere che - incolpevole - può solo guardare da spettatore il pallone che si infila alle proprie spalle.

Questa è stata la prima rete che ieri ha segnato al Bologna Federico Chiesa, senza che il portiere avversario, Mirante, potesse intervenire in alcun modo. Un caso? Forse no, dato che quei gol sono stati anche i gol del "babbo", un centravanti che di nome faceva Enrico.

Quel che è certo è che Federico Chiesa, prima di emulare del Piero, aveva anche tentato di emulare Roberto Baggio partendo dalla propria metà campo e, palla al piede, districandosi tra gli avversari che cercavano sia di tenergli dietro che di buttarlo per terra, arrivando nei pressi dell'area del Bologna, aveva poi calciato a lato.

La Fiorentina ha venduto per 40 milioni un altro Federico, Bernardeschi, molto celebrato e molto spesso inconcludente, tenendosi invece questo Federico che, ad ogni partita, è sempre "sul pezzo" e sempre protagonista.

Siamo sicuri che lo scorso calciomercato la Fiorentina si sia privata di grandi campioni?

Manolo Serafini
nella categoria Sport
Attendere...