Grillo e il sondaggio sulle bufale

Grillo e il sondaggio sulle bufale

Qualche giorno fa, Beppe Grillo, in persona, aveva promosso quale dovesse essere la bufala delle bufale riguardo le bufale diffuse dai media che avessero come protagonista in negativo il Movimento 5 Stelle o uno dei suoi portavoce.

In un sondaggio su twitter, le persone sono state invitate a votare la bufala migliore tra...

le generalità di Beatrice Di Maio: bufala diffusa da La Stampa (chiamata La Busiarda a Torino) e smontata dall'intervista di Franco Bechis a Titti Brunetta;

l'aspirazione di Grillo a possedere una banca: bufala diffusa dal Giornale (prima pagina). La verità è semplicemente che Davide Casaleggio ha accettato di incontrare l'AD di una banca online che ha ricevuto vari premi per l'innovazione tecnologica utilizzando il web per scambiare esperienze e idee sula Rete;

le buche a Roma: bufala diffusa da L'Unità, che utilizzando una foto del 2014 voleva dimostrare che lo stato fatiscente delle strade romane in seguito all'amministrazione Raggi era peggiorato;


la vittoria del NO che avrebbe mandato a rotoli il paese: bufala diffusa da tutti i media italiani, con rare eccezioni. Per comodità la bufala è stata attribuita alla RAI che maggiormente si è distinta per la campagna a favore del SI, venendo meno al suo ruolo di servizio pubblico.

Naturalmente, manco a dirlo, gli utenti di twitter si sono pure scomodati a votare il sondaggio. Visto l'impegno, è giusto diffonderne il risultato:

il 60% va alla vittoria del NO che avrebbe mandato il paese a rotoli;
il 17% ha votato Grillo vuole una banca;
il 14% ha scelto Beatrice Di Maio;
il 9%, infine, ha optato per le buche di Roma.

Luigi Di Maio rilancia, conferma e certifica il sondaggio. Tutto in regola!

Grillo comunica ufficialmente che la RAI vince il Bufalino d'oro e presto gli sarà consegnato il premio. Da precisare che il Bufalino non ha niente a che vedere con il fu Gesualdo, grande scrittore e poeta siciliano.

Da Grillo si pretendono adesso "scuse pubbliche ai cittadini italiani per la campagna di disinformazione messa in atto per il Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016. Basta prendere in giro i cittadini che pagano il canone. La RAI cominci a fare informazione imparziale e veritiera."

Also sprach Giuseppe Piero Grillo, detto Beppe, sulle note del quarto movimento, Von der großen Sehnsucht, dell'omonimo poema sinfonico di Richard Strauss, rinominato per l'occasione.

Monica Maggiolini
nella categoria Politica
Attendere...