Infront - diritti tv: una nuova mani pulite nel calcio?

Infront - diritti tv: una nuova mani pulite nel calcio?

In un'inchiesta della Procura di Milano emergerebbe che Infront Italy abbia creato un sistema per  gestire il calcio di Serie A e Serie B, favorendo squadre considerate amiche insieme ad un fornitore di contenuti, Mediaset, a danno di un suo concorrente, Sky. A grandi linee è quanto oggi riportano nelle loro inchieste, Corriere, Gazzetta e Repubblica. Ma andiamo con ordine.

Innanzitutto, vediamo chi è Infront, in Italia. Dalle sue pagine ufficiali, si legge che «Infront Italy è la società leader in Italia nella gestione dei diritti sportivi - TV, media e pubblicitari - e uno dei più importanti operatori a livello mondiale del settore. ...

Fiore all'occhiello delle sue attività sono il ruolo di Advisor della Lega Calcio per la commercializzazione dei diritti tv e media dei campionati di calcio di serie A e B, Coppa Italia e Supercoppa Italiana, nonché la gestione marketing e sponsoring di A.C. Milan, S.S. Lazio, Genoa Cfc, U.C. Sampdoria, Udinese Calcio, Cagliari Calcio e U.S. Città di Palermo».

In una serie di intercettazioni della Guardia di Finanza, che vedono protagonisti - tra l'altro - anche il presidente della Lazio Lotito e quello del Genoa Preziosi, emergono richieste, proposte e decisioni che descrivono un ruolo alquanto ambiguo da parte della Infront guidata da Marco Bogarelli, manager con un passato in Mediaset, nella gestione dei rapporti con alcuni club di Serie A e B.

Ci sono risvolti giudiziari? Per il momento no. Ma secondo la Gazzetta dello Sport, gli inquirenti si sarebbero convinti dell'esistenza di un cartello per condizionare le decisioni di alcuni club.

Manolo Serafini
nella categoria Sport
Attendere...