L'ex rinuncia a un buon lavoro per la famiglia? Il mantenimento è dovuto

L'ex rinuncia a un buon lavoro per la famiglia? Il mantenimento è dovuto

Molte volte, quando si decide di mettere su famiglia, si fanno delle scelte importanti che incidono anche sulla carriera professionale dei coniugi.

Spesso accade che tali scelte sono influenzate dalla volontà che almeno un componente della coppia (generalmente la donna) abbia tempo sufficiente da dedicare alla famiglia.

Se poi, però, la coppia "scoppia" non è più possibile appigliarsi alle potenziali attitudini lavorative dell'altro per sollevarsi dall'obbligo di corrispondere all'ex l'assegno di mantenimento o per affievolire l'incidenza di questo sulle proprie finanze.

Non lascia alcun dubbio in tal senso l'ordinanza numero 18542 depositata il 21 settembre 2016 dalla sesta sezione civile della Corte di cassazione (qui sotto allegata).

Nel caso di specie, proprio per ragioni di carattere familiare, una donna aveva preferito con l'appoggio del marito l'attività di ricerca, meno redditizia ma anche meno impegnativa, a quella di commercialista, di certo più remunerativa ma anche più impegnativa.

Ulteriori informazioni
avvvaniasciarra
nella categoria Economia
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...