Cellulari e tumori

Cellulari e tumori

Ma come è possibile?  Un giudice di Ivrea batte sul tempo l'Organizzazione Mondiale della Sanità e i medici, i tecnici e gli specialisti di tutto il mondo. E stabilisce che l'uso dei telefonini è cancerogeno, che è causa diretta di insorgenza tumorale. Un magistrato, non contento di surrogare la politica, si spinge a surrogare pure la scienza. Come sui vaccini: le affermazioni dei medici e scienziati vengono degradate a opinioni, messe sullo stesso piano di validità delle opinioni interessate di avvocati o giornalisti in cerca di scoop. E si apre, grazie al protagonismo di un giudice di Ivrea, la voragine della corsa belluina ai risarcimenti.

Altre informazioni
mp37vi
nella categoria Salute
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Attendere...